Latina, 12 ago  – Una donna di origine nigeriana e richiedente asilo questa mattina è stata arrestata dai Carabinieri dopo aver dato in escandescenze in strada, aggredendo i passanti che incolpevoli camminavano per strada su corso della Repubblica, nel centro a Latina. Tra le persone assalite dalla donna anche un bambino di 7 anni.

Still dal Video della Nigeriana a Latina

Le aggressioni in pieno centro


Schiaffi, spintoni, pugni e urla: questo il trattamento riservato dalla nigeriana a chiunque si trovasse sul suo cammino a Latina, corso della Repubblica. Purtroppo, nel raptus della nigeriana è rimasto coinvolto anche un bambino di 7 anni che transitava per la stessa via. Numerose le segnalazioni alle forze dell’ordine che sono intervenute bloccando la nigeriana. Qualche giorno fa la stessa donna avrebbe malmenato una signora, facente parte del personale delle pulizie dell’ospedale Santa Maria Goretti di Latina. Arrestata per questo fatto, la nigeriana era stata immediatamente scarcerata. I sanitari del 118 hanno prestato soccorso ai passanti.

La lite con una connazionale

Dal filmato diffuso nelle ultime ore su internet, la donna sembrerebbe avere un “conto in sospeso” con un’altra persona, presumibilmente una connazionale; non si tratterebbe quindi di un raptus dettato da un disagio psicologico quanto da un moto di rabbia derivante da un precedente scontro che la cittadina nigeriana avrebbe sfogato sui passanti di Latina. Evidente la costernazione di chi ha ripreso la scena, dalle frasi dei cittadini trapela un disagio ormai intollerabile; era solo giugno quando, sempre a Latina, un magrebino aggredì, sempre in strada, due donne ferendole al volto, apparentemente senza un vero motivo. Le due donne furono trasportate in codice rosso al Santa Maria Goretti de ricevettero una prognosi di dieci giorni prima delle dimissioni.

Ilaria Paoletti

Commenti

commenti

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here