Roma, 7 lug – Dopo aver forzato il blocco, nella giornata di ieri, il veliero Alex dell’Ong Mediterranea Saving Humans ha nel corso di questa notte infine sbarcato a Lampedusa i 46 immigrati recuperati al largo delle coste della Libia.

Mediterranea ignora il divieto

“Non autorizzo nessuno sbarco di chi se ne frega delle leggi italiane e aiuta gli scafisti”, aveva tuonato ieri il ministro degli Interni, Matteo Salvini. Le forze dell’ordine presenti sul molo di Lampedusa hanno ribadito il concetto ai membri dell’equipaggio del veliero che, nonostante in porto non fosse previsto alcun dispositivo di accoglienza, hanno comunque iniziato le operazioni. Una volta a terra, i 46 immigrati sono stati poi trasferiti all’hotspot dell’isola.

La Guardia di Finanza ha denunciato comandante ed equipaggio per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. L’imbarcazione di Mediterranea è stata sequestrata e si trova ora nella disponibilità della Procura di Agrigento.

Sbarchi anche a Taranto

Non c’è solo il tratto di mare tra Libia e Sicilia. Nel corso della giornata di ieri anche il Mar Ionio ha vissuto momenti concitati quando, nella rada di Mar Grande a Taranto, un’altra barca a vela ha sbarcato 83 clandestini pakistani, fra i quali 12 minori non accompagnati.

8 Commenti

  1. Salvini scrollati dai coglioni m5s, Trenta e compari signorno. Se si continua così sarà sempre più una sorta di lotteria per dare il numero vincente. Andiamo a elezioni, forse con fratelli d’Italia si combina qualcosa in più che non con questi Giano bifronte. Possibil
    E che dobbiamo farci trattare tutti, tranne i pidioti, da coglioni impotenti? Salvini pensaci bene ma non mollare altrimenti altro che lago di merda!!!

  2. Ormai non è più una questione di destra contro sinistra, ormai è una lotta tra italiani che si sono un pochino sottratti dal soffocante e mortifero abbraccio del pensiero unico e italiani che odiano la loro nazione, magari inconsapevolmente in quanto ipnotizzati dall’ideologia mondialista.
    I “rossi”, (la sinistra spesso ormai è principalmente composta da borghesi ricchi con al seguito un gran numero di poveri creduloni), ormai sono completamente ed inequivocabilmente sottomessi al capitalismo che dicevano di voler combattere: ma essendo essi stessi nati dal capitale ed essendo essi stessi prigionieri di un’ideologia falsa e folle, si potrebbe dire che il loro esser proni davanti ai loro padroni è in fondo coerente.
    Il problema è che la loro speranza di cancellare le nazioni per arrivare probabilmente ad un vero e proprio melting-pot, coinvolge anche chi non la pensa in questo modo, anche chi non è d’accordo alla realizzazione di un mondo innaturale.
    I loro padroni in realtà stanno “spingendo” fortemente affinchè tutto ciò si realizzi: giornali, televisioni, scuola, editoria e persino la chiesa romana si sono coalizzati contro i “nemici” nazionalisti e ciò fa credere a questi poveri stupidotti di essere nel giusto….
    Non hanno ancora capito che i borghesi arricchiti che li guidano, in caso di malparata, hanno sempre la valigia pronta per fuggire ed abbandonarli nel caos più totale.

  3. continuo ad essere convinto , fuori dall’ europa e se e’ il caso fuori dalla nato… e liberi di difenderci anche con maniere drastiche ,( blocco navale dalla libia, per cominciare ) come si usa dire ” ne colpisci uno , ne educhi cento”, il tempo delle parole e’ scaduto , queste ong , fanno letteralmente cio’ che vogliono, un magistrato dalla loro lo trovano sempre ….sono drastico ? puo’ darsi , ma altre vie non ne vedo

Commenta