Milano, 24 feb – Scene di ordinaria schizofrenia questa mattina al mercato di Pioltello, in provincia di Milano, dove fra i vari banchetti elettorali erano presenti anche quelli di CasaPound Italia e Liberi e Uguali, entrambi impegnati nella campagna verso il voto del prossimo 4 marzo.

La mattinata sembrava scorrere tranquilla fino a quando un esponente del partito di Grasso si è presentato davanti alla postazione di Cpi. Ne è nata una breve (e, riferiscono i presenti, assolutamente tranquilla) discussione al termine però della quale, mentre un militante di CasaPound stava estraendo il cellulare, il giovane di Liberi e Uguali ha tentato di sottrarglielo, ricevendo per tutta risposta un gesto della mano da parte del primo per allontanarlo.

Il militante di LeU è così corso immediatamente dai Carabinieri ai quali, con la manforte della senatrice ex Pd (e candidata con Liberi e Uguali) Lorenza Ricchiuti, ha raccontato di aver ricevuto un pugno nello stomaco. Senza sentire alcuna altra versione se non quella del presunto “aggredito” (!), spalleggiato dalla senatrice – peraltro presente al banchetto del suo partito ma non al momento del “battibecco” – i Carabinieri hanno così prelevato il militante della tartaruga frecciata, per portarlo in caserma, identificarlo e raccogliere la sua ricostruzione dell’accaduto. Una prassi non comune, tanto più che, a parte la testimonianza della presunta “vittima”, non risultavano altre evidenze dell’accaduto.

La sezione milanese di CasaPound, in una nota, contrattacca: “Abbiamo denunciato un militante di Leu per tentata rapina e per calunnia, dopo che prima ha cercato di strappare il cellulare dalle mani di un nostro giovane dirigente e poi lo ha denunciato ai carabinieri dicendo di essere stato malmenato”. Denuncia cui potrebbe seguire anche quella verso la candidata di Liberi e Uguali: “Se, come sembra allo stato attuale, dovesse emergere che la versione di questo prode è stata confermata davanti ai carabinieri anche dalla senatrice Lucrezia Ricchiuti, denunceremo per calunnia anche lei. Non c’è ruolo istituzionale che possa far passare impunito l’uso sistematico della menzogna per fomentare l’odio e criminalizzare l’avversario”.

Commenti

commenti

11 Commenti

  1. Hanno paura, sanno che hanno i giorni contati! Sono senza dignità senza programmi. Hanno lasciato che la finanza tritasse la porzione più debole della nostra società. Non solo, hanno consapevolmente aumentato lo scontro sociale importando feccia di ogni genere, come se non bastasse quella nativa, da paesi dove la vita le donne e la loro emancipazione, i diritti di minoranze religiose e gay contano come la vacca del cane. Casapound ed i movimenti sovranisti hanno una grande responsabilità: non cedere alle provocazioni dei perdenti, non cadere nella trappola della “responsabilità” e portare avanti le istanze degli operai della classe media e delle piccole medie imprese. Sono questi che hanno dato benessere alla nostra Nazione, d3vino tornare centrali. Grazie Di Stefano Grazie CPI siete la speranza per un futuro migliore.

  2. come diceva il MACCHIAVELLI , per chi conosce la coltura Italiana, scrisse il PRINCIPE nel quale si puo leggere la seguente riga IL FINE GIUSTIFICA I MEZZI , e quelli della cricca BOLDRINI -GRSSO , l´ hanno applicata alla lettera, da veri comunisti com motot, MENTIRE SEMPRE anche d´ avanti all avidenza

  3. La frase del Nicolò Nazionale ce l’ hanno sempre contata tronca. Cosa non nuova, del resto. “Il fine giustifica i mezzi”, detto cosi, assume un tono criptico, vagamente intimidatorio, direi quasi da “iniziati”. Ma, se uno gratta appena un Pochettino, in Italiano non significa assolutamente nulla. Oltre ad essere completamente falso. La “machiavellica” frase, se completa, è quanto di più banale e lapalissiano si possa dire e, se detta, più di un coglione direbbe:”Be’, una cosa così la potevo benissimo dire pure io!” : “Il fine giustifica i mezzi se il successo loda l’ opera”. Difatti al vincitore, e solo a lui, tutto è permesso, tutto è perdonato e tutto è dimenticato. Tornando a:” liberi & uguali”: uguali a chi?… & liberi da che cosa?…..

  4. Soliti vigliacchi come nel43 partigiani rossi voltaschiena ora fanno come i bambini a scuola provocano poi si rifugiano dalla maestra basta vedere i leader di liberi ed uguali Grasso e Boldrini due facce di merda mummie ed ignoranti ma i veri italiani non sono scemi e dopo il 4 Marzo li prenderemo tutti e li sbatteremo in Africa insieme ai loro amici spacciatori drogati dei centri sociali ed le loro risorse del cazzo neri finti poveri ed i magistrati rossi nemici degli italiani .

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here