Roma, 6 feb – Cosa hanno in comune Paul McCartney, Joaquin Phoenix, Moby? Sono tutti vegani, tutti radical chic “terminali” e tutti hanno firmato un appello per chiedere a papa Francesco di adottare un’alimentazione vegana durante il periodo della Quaresima “per aiutare a contrastare i cambiamenti climatici con un cambiamento alimentare”. Una campagna lanciata in contemporanea in 15 Paesi, per sensibilizzare le persone sull’impatto climatico degli allevamenti intensivi. L’associazione coordinatrice del progetto si chiama Million Dollar Vegan, e se il Papa accetterà la proposta, offrirà un milione di dollari da investire in una o più cause benefiche indicate dallo stesso pontefice.

La giovanissima testimonial

“Allevare e macellare animali causa indicibili sofferenze ed è anche una tra le principali cause di cambiamenti climatici, deforestazione e perdita di biodiversità. Nutrire gli animali con i raccolti che potrebbero sfamare gli esseri umani è uno spreco”, scrive Genesis Butler, attivista dodicenne per i diritti animali e la tutela ambientale, e testimonial di Million Dollar Vegan. “Con una popolazione mondiale in costante aumento, non possiamo permetterci di sprecare nulla. Ogni persona che sceglierà una Quaresima vegana risparmierà emissioni pari a quelle di un volo fra Londra e Berlino, e se ogni cattolico del pianeta partecipasse, sarebbe come se le Filippine non producessero CO2 per un anno intero”.

Un pontefice devoto all’ambientalismo


Papa Francesco è da sempre molto sensibile alle tematiche ambientali, tanto che i suoi detrattori lo hanno spesso di trascurare la dottrina in favore dell’ambientalismo. “Siamo grati a Papa Francesco – ha detto il Ceo di Million Dollar Vegan, Matthew Glover “per aver parlato di queste problematiche ed è per questo che umilmente gli chiediamo di provare un’alimentazione vegana per la Quaresima, e di farsi esempio di come ognuno di noi può allineare i propri principi di cura e compassione con le proprie azioni”. Tutti gli artisti coinvolti nel progetto sperano nella partecipazione del pontefice, ma la Costituzione Apostolica di Paolo VI sulla Quaresima prevede specifiche restrizioni alimentari ed è altamente improbabile che il Papa prenda in considerazione di aderire all’offerta.

Cristina Gauri

Commenti

commenti

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here