Lampedusa, 17 ago – E’ “giallo” sulle presunte catastrofiche condizioni igienico-sanitarie a bordo della Open Arms, che da giorni attende di poter fare ingresso nel porto di Lampedusa. Delle 13 persone (9 + 4) fatte sbarcare negli ultimi due giorni per motivi medici, solo una risulterebbe affetta da una lieve otite. Le altre starebbero bene. Perché sono state fatte sbarcare? Eppure è stata la stessa Ong a parlare di 3 persone e di un accompagnatore fatti scendere a terra “per complicazioni mediche che richiedono cure specializzate“. Ed è sempre Open Arms a scandire le ore con il mantra “Tutte le persone a bordo devono essere fatte sbarcare urgentemente. L’umanità lo impone”. Nella relazione firmata dal medico Katia Valeria Di Natale e dall’infermiere Daniele Maestrini dello staff Cisom e in possesso dell’Ansa si legge poi quanto segue: “La situazione generale vede condizioni igienico-sanitarie pessime: spazi non idonei a ospitare un così ingente numero di persone. I naufraghi vivono ammassati gli uni sugli altri, non c’è possibilità di deambulare, sono presenti solo due bagni chimici e spesso i naufraghi sono costretti a espletare i loro bisogni fisiologici nello stesso spazio in cui dormono e mangiano”.

“Stanno tutti bene”

La musica cambia, però, leggendo le relazioni dei medici sulla terraferma. Gli sbarcati sono stati trasferiti dal poliambulatorio dell’isola all’hotspot di contrada Imbriacola. All’Ansa il responsabile del Poliambulatorio di Lampedusa, Francesco Cascio, ha rivelato ieri sera le proprie perplessità: “C’è qualcosa che non funziona perché tra i 13 migranti fatti sbarcare dalla Open Arms per motivi sanitari solo uno aveva una otite, mentre gli altri stavano bene: eppure dalla relazione dello staff Cisom (il Corpo italiano di soccorso dell’Ordine di Malta – ndr) risulta che a bordo ci sarebbero persone con diverse patologie, tra cui 20 casi di scabbia”. Se fosse vero, perché queste persone non sono state trasbordate?

Salvini: “Balle”


Quale emergenza medica quindi? Il ministro dell’Interno Salvini non ha dubbi: “Balle” “Siamo davanti all’ennesima presa in giro della ong spagnola che per giorni ha girovagato nel Mediterraneo al solo scopo di raccogliere più persone possibili per portarle sempre e solo in Italia – aggiunge – Queste Ong fanno solo battaglia politica sulla pelle degli immigrati e contro il nostro paese. Ma io non mollo”.

Cristina Gauri

Commenti

commenti

4 Commenti

  1. . è una guerra, non tanto troppo non dichiarata, dalla ue all’Italia… Germania, Francia, Belgio, Spagna ecc. vogliono trasformare il Belpaese in un campo profughi per circosrivere l’ immigrazione irregolare entro il territorio italiano… e
    contemporaneamente, risparmiare soldi (miliardi)i che ora sborsano alla Turchia per tale scopo..

  2. Io non credo che le altre nazioni europee abbiano interesse a riempire l’Italia di un negrume e una negranza che può solo espandersi e tracimare come un cesso intasato in cui ci si continua a cagare dentro indefessamente, facendo finta che il problema esista solo nella testa di qualcuno. L’ Europa è palesemente governata da fecciosi personaggi, (vedi: merkel, junker e il moscone del WC), che tutto fanno fuorché l’ interesse delle genti di cui si dichiarano rappresentanti. E questo non dipende, chesso’, dalla Germania, condannata a vestire i panni della “cattiva” per antonomasia. (Quelli fanno la parte dei cattivi! Disse benigni, non so neppure se conscio della terribile verità che proferiva, o se è stata una battuta gettata a caso). Il grande vincitore dell’ ultimo conflitto, gli U.S.A., o meglio, i banchieri privati che ne dirigono e ne decidono l’ andazzo economico, politico e sociale, hanno fatto dell’ Europa, di TUTTA l’ Europa, la caricatura di se stessa. un’Europa obbligata, senza oramai neppure nasconderlo, a cedere, REGALANDOLO, il proprio futuro. Gli unici due paesi d’ Europa che possiedono la deterrenza nucleare necessaria a fermare qualsiasi invasione, palese o (malamente, nel nostro caso), camuffata che sia, sono la Francia, che è la più immeticciata d’ Europa, e l’ Inghilterra, ormai sempre più succube di un disegno mondialista che la fagocitera’, ma che consentirà alle “élites” inglesi di incamerare denaro oltre ogni immaginazione, poi si vedrà. (Intanto magnamo!…). In queste condizioni i popoli Europei, incolpandosi , beccandosi e tirandosi a fregare l’ un l’ altro, pure a livello di “base”, fanno proprio la figura dei capponi trasportati, legati assieme per le zampe, dal Renzo Tramaglino Manzoniano. Voglio ricordare ciò che disse il Colonnello delle SS Joachim Pieper, una delle conclamate “star” della contro offensiva nelle Ardenne nel 1944, subito dopo la fine della guerra, prigioniero degli angloamericani: ” Se l’ Europa vorrà tornare a contare qualcosa nel Mondo, ed ad avere nelle proprie mani le redini del proprio destino, dovrà realizzare una vera “Unione Europea”. E dovrà essere: Russia compresa. Parole che esprimono un realismo profetico ed agghiacciante, in rapporto all’ epoca in cui furono proferite. Ma un’ Unione Europea così concepita è senz’ altro l’ incubo dell’ “élites” mondialiste Rothschild – sorosiane. Ecco il perché i paesi europei attuali ricordano tanto i polli di Renzo.

  3. Ma andate tutti a piavvela n’tol culo, con queste schifezze di siti volete far credere che gli asini volano. Che teste marce.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here