Ostia, 14 gen – A pochi mesi dal blitz con il quale i militanti di CasaPound avevano cacciato i venditori abusivi dalle spiagge del litorale romano, una nuova “ronda” della tartaruga frecciata sempre a Ostia ha permesso di allontanare un mercatino abusivo di rom che da tempo si tiene nelle strade del municipio capitolino.

La sola presenza dei militanti del movimento è bastata perché i venditori raccogliessero la propria mercanzia – spesso oggetti contraffatti o rubati – e si allontanassero.

“Oggi CasaPound ha fatto sgomberare i mercatini abusivi dei rom ad Ostia”, ha spiegato il responsabile locale e consigliere del municipio Luca Marsella, che denunciando che da anni “nell’indifferenza delle istituzioni vengono vendute oltre alle cianfrusaglie frutto del rovistaggio, anche le refurtive di furti“.

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam.
Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

3 Commenti

  1. Ottimo così si fa! Vi consiglio, da non romano di fare un salto a piazzale partigiani (minuscole volute) nei “giardinetti” davanti alla stazione, mirabile esempio di architettura futurista, gli zingari allestiscono mercatini simili sotto lo sguardo di pizzardoni e finanzieri. Se piove o scatta un controllo abbandonano merci e zozzeria sul posto. Roba che poi viene pulita a spese dei cittadini.

  2. Pazzi(scherzo ovviamente) rischiate così di rovinare le giornate di mattarello gorgoglio boldrina e grassio che fanno tanto per i loro amati zingarelli obbligando gli schifosi italiani a pagargli luce acqua e gas………e non vi azzardate a toccare ladri e spaccini perché spesso sono africani (magrebini, senegalesi, ivoriani e altri confini affini) ovvero razze superiori nei confronti dell’italiota medio e difese da fior di avvocati,compagni e giudici piddini….. quanto schifo,quanta pena per noi poveracci italiani………grazie Casa Pound , ultimo baluardo e speranza per la nostra martoriata e offesa Patria.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here