Prato, 11 mar – Una insegnante avrebbe avuto rapporti sessuali con un allievo di appena 14 anni: adesso è indagata. Il ragazzo frequenterebbe la scuola media. La donna sarebbe anche rimasta incinta: il bambino è nato pochi mesi fa. Adesso sono in corso gli accertamenti delle autorità. Procura e squadra mobile di Prato sono entrati in azione dopo una querela dei genitori dell’adolescente, che andava dall’insegnante per delle innocenti ripetizioni private di inglese. La donna ha quarant’anni: all’epoca delle presunte violenze il ragazzino ne aveva invece appena tredici anni.

I dubbi sulla paternità del bimbo dell’insegnante

Le indagini della Procura sono anche interessate alla paternità del piccolo: perquisizioni sono state eseguite a casa della professoressa.Tra oggi e domani  ci dovrebbe essere il risultato del test del dna sul bambino. “I campioni del test – dichiarano gli avvocati della donna – sono stati eseguiti venerdì 8 marzo e i risultati ci saranno in queste ore: la verità dei fatti secondo noi prescinde da questo risultato ed è per questo che abbiamo chiesto che sia sentita subito dagli investigatori”. Sotto la lente d’ingrandimento degli inquirenti anche gli sms che la donna inviava al ragazzo. “Perché non rispondi? Rispondimi”, scriveva insistentemente la donna allo studente delle medie. L’atteggiamento della donna era già ritenuto ossessivo da parte della famiglia del ragazzo: ma l’allarme è scattato quando lui stesso ha raccontato che il loro rapporto  si era trasformato in una relazione sessuale.

Ilaria Paoletti

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam. Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here