Roma, 10 nov – Un membro della famiglia Spada che si fa una foto con un politico a una festa di quartiere? Se è per questo ci sono realtà professionali che hanno avuto rapporti ben più stretti con i membri del clan del litorale. Uno di loro ha addirittura lavorato a La7. Si tratta di Domenico Spada, detto “Vulcano”, il cugino di Roberto, ovvero colui che ha colpito con una testata l’inviato di Nemo. I due hanno in comune una passione: la boxe. Domenico, però, è una vera star di quel mondo: pugile della categoria dei pesi medi, è un ex campione del mondo Silver Wbc (2012), International Champion Wbc (2006-07-08), National Champion Fpi (2006), Junior Champion Of The World Ibf (2004-05).

Nel 2014, tuttavia, anche lui ha avuto dei guai con la legge: lui e il padre, insieme a due donne legate al clan dei Casamonica, sono stati arrestati per aver ricattato un quarantenne romano che era finito nella morsa dell’usura. Il prestito iniziale di 20 mila euro in breve tempo era diventato insostenibile, con un tasso di interesse dell’800 per cento. A riscuotere le rate, secondo gli inquirenti, proprio Domenico Spada. In un articolo che ricostruisce la vicenda, il Messaggero definisce Spada “commentatore sportivo per La7”. Dato ripetuto anche in questo articolo di Leggo. Attendiamo dai vertici dell’emittente le dovute prese di distanza da questa oggettiva contiguità.

Roberto Derta

3 Commenti

Commenta