Rho, 23 mag – Ora anche Rho, alla periferia di Milano, revoca la cittadinanza onoraria a Benito Mussolini, che gli era stata conferita nel 1924. L’amministrazione comunale di Rho 94 anni e un giorno dopo il conferimento della cittadinanza onoraria al Duce ha revocato tutto perché è quanto mai urgente e indispensabile “prendere in ogni modo le distanze” dalla sua “ideologia”.
Era il 20 maggio 1924 quando il generale Ferruccio Mola, Regio Commissario straordinario del Comune di Rho, deliberò di conferire la cittadinanza onoraria all’allora Presidente del Consiglio dei Ministri Benito Mussolini “quale segno di omaggio e di gratitudine di questo Comune verso il grande Uomo che salvò l’Italia dallo sfacelo e la guida ai più alti destini”. Ora è arrivato il sindaco del PD Pietro Romano, e ci pensa lui a difendere i valori della Costituzione.
A proporre la revoca, ovviamente il locale gruppo del Partito Democratico, che è alla guida del comune e che già lo scorso 25 aprile, inaugurando una panchina rossa dedicata a tutte le partigiane, diede notizia dell’intenzione di espellere dal registro dei cittadini onorari di Rho Benito Mussolini, spiegando che ciò è incompatibile con le recenti decisioni di ricordare e onorare la memoria del partigiano Giovanni Pesce. A lui, infatti, altro cittadino onorario di Rho, l’Amministrazione Comunale e l’ANPI, hanno scelto di intitolare un giardino pubblico.
La revoca della cittadinanza onoraria a Mussolini secondo il sindaco dem Pietro Romano costituisce un “atto simbolico, ma pieno di significato”. Di sicuro è un provvedimento che fa tendenza, dal momento che Rho ha seguito l’esempio di altre città italiane che si sono scoperte paladine della democrazia e della libertà ritenendo che avere tra i cittadini onorari il Duce “rischierebbe di fare dimenticare le nefandezze del fascismo, configurandosi come una damnatio memoriae”.
Anna Pedri



La tua mail per essere sempre aggiornato

8 Commenti

  1. È la rabbia cieca di chi sta’ per crepare! E tenta di farla pagare a qualcuno in tutti i modi che riesce ad inventare!… La rabbia di chi sa’, che aldilà di slogan e vuote promesse, gli

  2. Nulla di meglio da
    pensare?
    Mandate nell’oltretomba la notifica..
    Magari per questo e simili pensieri ha perso elezioni il p.d?

Commenta