Roma, 26 set – Niente baci, siamo fuori da una moschea. Altrimenti giù botte. A Roma, nell’ormai multietnico quartiere Esquilino un malese di 23 anni ha aggredito una coppietta di innamorati perché mentre passeggiavano fuori da una moschea hanno osato darsi un bacio.

Il fatto è avvenuto nella notte tra domenica e lunedì in via San Vito, poco lontano dalla chiesa di Santa Maria Maggiore. Il centro islamico in questione, però, è stato chiuso mesi addietro, perché era risultato essere una moschea abusiva. Al suo interno c’era addirittura un asilo nido, ospitato nelle cantine, che si occupava di una decina di bambini tra gli 11 mesi e i 4 anni.


Tornano a un paio di notti fa e ai fidanzatini in questione, il malese, incensurato e senza fissa dimora, ha visto la giovane coppia che mentre passeggiava mano nella mano si è scambiata qualche dolce effusione. Offeso e turbato li ha dapprima ammoniti, e poi è passato alle maniere forti. Dal “Non potete baciarvi davanti alla moschea”, “state commettendo un sacrilegio”, agli strattonamenti coronati da calci e pugni, soprattutto nei confronti dell’uomo, il passo è stato breve. Come se non bastasse ha aggredito anche i militari del nucleo radiomobile dei carabinieri che ha notato la scena mentre era di pattuglia. Uno dei due carabinieri è rimasto leggermente ferito.

L’immigrato musulmano è stato subito immobilizzato dagli agenti e fermato con l’accusa di lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. Era agitato e poco lucido. Quello che rimane da capire è se il malese abbia agito in preda a un raptus dovuto a disturbi psichici o se invece appartenga ad ambienti radicalizzati. Per questo i carabinieri stanno indagando sul suo passato, e stanno cercando di capire se il malese abbia avuto qualche contatto con esponenti legati all’islam radicale. Al momento l’ipotesi più accreditata è che il musulmano sia solo un malato di mente.

Anna Pedri

 

Commenti

commenti

3 Commenti

  1. malato di mente ? fatti del genere sono all’ordine del giorno in quel “paradiso” multietnico che è diventata Londra,anzi Londonistan,da Tower Hamlets a Woolwich…
    piccole avvisaglie di un futuro già scritto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here