Roma, 23 apr – Virginia Raggi dovrà accontentarsi di sbraitare qua e là, tentando goffamente di distogliere l’attenzione mediatica dal suo lungo novero di guai. La Prefettura di Roma ha infatti stilato una lista di immobili occupati da sgomberare. In totale sono 88 e quelli da sgomberare con urgenza sono 22. Due di questi, stando a quanto riferisce Repubblica, verranno liberati entro agosto: l’occupazione di via Cardinal Capranica, a Primavalle e l’occupazione di via del Caravaggio, a Tor Marancia.

Il quotidiano più radical chic d’Italia sembra però stupito che nella lista degli sgomberi prioritari non vi sia l’occupazione di CasaPound in via Napoleone III. Eppure dovrebbe sapere che non è a rischio crollo e non crea problemi di ordine pubblico. Di conseguenza, come già puntualizzato dal Mef, lo stabile non rientra tra gli sgomberi prioritari nella capitale. Si dovranno mettere il cuore in pace, dunque, sia la Raggi che dalle parti di Repubblica.

Raggi senza felpa


Il lungo elenco della Prefettura prevede ben altri edifici da sgomberare, molti occupati dai centri sociali antifascisti. Si va all’Acrobax, all’interno dell’ex cinodromo, allo Strike di via Umberto Partini. Passando per l’ex Mira Lanza, il Nuovo Cinema Palazzo a San Lorenzo e l’ex Lavanderia di piazza Santa Maria della Pietà, a Monte Mario.

“Se mi desse la felpa da ministro dell’Interno per un giorno vado intanto a sgomberare CasaPound”, ha dichiarato la Raggi pochi giorni fa. Ecco, adesso se vorrà mettersi una felpa da sindaco, giusto per sembrarlo, dovrà pensare a fare tutt’altro.

Alessandro Della Guglia

Commenti

commenti

2 Commenti

  1. ..la raggi è l” emblema del vuoto ideologico, pratico del m5…..un carrozzone che somiglia, sempre più, alla vecchia dc inciuciata con il pc..

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here