Bologna, 11 apr – Ieri pomeriggio in piazza Maggiore, a Bologna, durante i festeggiamenti per il 167esimo anniversario della Polizia di Stato due individui un (cittadino del Bangladesh e un rumeno) hanno iniziato a scattarsi dei selfie davanti alle Lamborghini delle forze dell’ordine presenti sul posto. Questo, però, ha attirato delle attenzioni per loro “indesiderate”.

Movimenti “sospetti”

Ipoliziotti, attratti dai gesti baldanzosi dei due giovani stranieri, hanno deciso di perquisirli – infatti, le pattuglie cinofile presenti, e in particolar modo il cane Barak, sembravano piuttosto “eccitate”. E da qui, la sorprendente scoperta: addosso al 19enne del Bangladesh hanno trovato 10 involucri di hashish già confezionati (per un totale di 72 grammi), mentre il cittadino rumeno portava “in dote” un coltello a serramanico – ancora sporco per la droga tagliata. Addosso ai due “simpaticoni” anche 500 euro in contanti.

“Premio Darwin” di Salvini

Entrambi gli stranieri sono stati arrestati con l’accusa di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio: il cittadino rumeno è stato denunciato anche per possesso di armi. I due risultato incensurati. “Premio Darwin 2019 per gli spacciatori immigrati che a Bologna si fanno il selfie davanti all’auto della polizia con un mazzo di banconote, forse per pagarci le pensioni…” scherza sui social il ministro dell’Interno Matteo Salvini.

Ilaria Paoletti

Commenti

commenti

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here