Roma, 10 lug – Il maestro del cinema erotico italiano Tinto Brass è stato ricoverato stamattina d’urgenza all’ospedale Sant’Andrea di Roma. Il regista, 86 anni, è stato colto da febbre improvvisa per la quale è ora ricoverato in terapia intensiva. La prognosi rimane riservata. E’ stata Caterina Varzi, sposata con Brass da due anni, a chiamare i soccorsi nella notte in seguito al malore del marito. Già nel 2010 il regista di Paprika era stato colpito da ictus. “Fino all’ora di cena tutto bene, poi gli è salita la febbre e alla fine ho dovuto chiamare un’ambulanza perché stava male”, ha raccontato la Varzi a Il Corriere della Sera. “Ora i medici stanno facendo alcuni accertamenti, si tratta di un momento delicato e deve stare sotto osservazione”, ha aggiunto.

Nato a Milano il 26 marzo 1933, ha lavorato negli anni ’50 a Parigi come archivista presso la Cinematheque Française; i primi passi nel cinema sono come aiuto regista di Alberto Cavalcanti e di Joris Ivens e poi del maestro Roberto Rossellini per India e Il generale Della Rovere, entrambi del 1959. Tra i titoli più importanti della sua filmografia Caligola (1980), ambientato nella Roma antica, Paprika con Debora Caprioglio, Fermo posta Tinto Brass (1995) in cui egli stesso recita una parte. Sempre il Corriere scrive che stava lavorando a una nuova versione di Paprika.

Cristina Gauri

Commenti

commenti

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here