Roma, 4 – La Guardia di Finanza di Roma sta notificando gli avvisi di conclusione delle indagini preliminari a cinque dirigenti dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato. L’accusa è di truffa aggravata e frode nelle pubbliche forniture.

Tra i programmi “truffati” Uno Mattina, La prova del cuoco e Affari tuoi

Le attività investigative sono state gestite dalla  Procura della Repubblica: al centro delle attività degli inquirenti, l’accordo quadro stipulato tra la Rai  la Zecca di Stato per la fornitura dei celebri gettoni d’oro da consegnare ai vincitori dei quiz a premio nelle trasmissioni televisive del servizio pubblico. Tra i programmi presi in esame per le idagini ritroviamo alcuni dei più seguiti dal pubblico italiano, come Uno mattina, I fatti vostri, Mezzogiorno in famiglia, La prova del cuoco e Affari tuoi.

Gettoni mai coniati per i premi aziendali

La manovra era semplice: i cinque indagati facevano sì che venissero coniati i gettoni anche quando i vincitori dei montepremi avevano richiesto la vincita in soldi. Oppure, qualora i concorrenti prediligessero la vincita in monete d’oro, i dirigenti non procedevano al conio dei gettoni. Anzi: predisponevano una documentazione falsa come documenti di trasporto,  verbali di coniatura, etc.. Tra le ragioni che hanno spinto i dirigenti al compiere questa frode vi era anche questo di raggiungere gli obiettivi aziendali loro assegnati: in tale modo, oltre a spendere denaro pubblico, sarebbero anche riusciti a raggiungere gli incentivi annui come dirigenti, fino a circa 45.000 euro ciascuno.

L’indebita fatturazione da parte della Zecca di Stato alla Rai, oltre alle spese di produzione di questi gettoni d’oro, a tutti gli effetti, mai coniati, ha prodotto un danno alle casse della televisione italiana di circa 700mila euro.

Ilaria Paoletti

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam.
Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here