Roma, 15 ott – Nulla di nuovo ovviamente: semmai, l’ennesima offesa (gratuita) contro il ministro dell’Interno. Vauro Senesi, il prode amico di Santoro, riversa nella sua ultima vignetta choc, tutto il livore frustrato del quale è perenne portatore.
L’argomento è il caso Cucchi, snocciolato ovunque e da chiunque in questi giorni. Poteva dunque esimersi, il vignettista comunista? Certo che no. “Imprese impossibili. Insegnare al maiale a chiedere scusa”: un titolo che già la dice lunga. Viene infatti così ritratto: come un suino, incapace di articolare la parola “scusa”. Nonostante i numerosi tentativi di un anziano uomo, il “maiale Salvini” emette solo incompresi versi.
Lo stesso ministro, a margine delle confessioni ed ammissione di pestaggio di uno dei carabinieri, ha assicurato che lo Stato chiederà scusa alla famiglia Cucchi con i fatti. Ci si continua a chiedere quale colpa e quale “scusa” debba mai chiedere Salvini: domanda, nel caso, da girare direttamente alla sorella della vittima. Ilaria Cucchi prosegue nella sua propaganda di accuse contro il ministro, alludendo ad una fantomatica responsabilità diretta dello stesso. Ma responsabilità  o meno, questa vicenda viziata di mediaticità per tutto ciò che ne è conseguito, consegna l’ennesima vergogna: che, all’appello, risponde col nome di Vauro Senesi.
Chiara Soldani

10 Commenti

  1. inutile premettere che in un Paese civile non bisognerebbe mai entrare vivi in una Caserma per poi uscirne metaforicamente con i piedi in avanti; certo che il processo di santificazione di quello che è – NB agli atti- uno spacciatore,poteva accadere solo in un Paese del cazzo.
    un pò come quel tale a Genova a cui è stata intitolata a suo tempo una sala al Senato.
    forse questo Paese nel suo insieme dovrebbe invece chiedere scusa a tanta gente normale,che non “si fa”, non spaccia e non assalta uomini e mezzi dello Stato.

  2. Tutte strumentalizzazioni dei burattini dei banchieri usurai stranieri; Salvini dirige il Ministero dell’ Interno mentre i carabinieri,oltre ad essere nella stragrande maggioranza delle bravissime persone, dipendono dal ministero della difesa.Inoltre Salvini ai tempi di Cucchi al massimo era uno dei tanti parlamentari.Ma l’attacco da parte di questi piccoli e insignificanti pennivendoli nemici degli italiani è continuo.

  3. Parole sante!!! Ai cittadini normali che tirano quotidianamente la carretta, e rischiano pure di essere uccisi da qualche balordo autoctono, o arrivato chissà da dove, che se si difendono vengono inquisiti, etc. Etc…. A quelli bisognerebbe chiedere scusa!!! Altro che a spacciatori, terroristi, centri asociali et similia!!!

  4. Vauro????? …….. Il vuoto, il niente,il nulla………il manifesto,il fatto quotidiano e altre perle varie……….il vuoto, il niente , il nulla……….la comunistoide piddina parziale………la gente perbene non deve chiedere scusa a nessuno………… poi su vauro,santoro,lerner,fazio e comunistume vario meglio tacere……….scendere al loro ignobile livello sarebbe come affogare nella melma……….a loro noi italiani facciamo schifo.

  5. Vauro fa veramente schifo, come persona intendo, quando lo guardo e lo ascolto mi fa venire da vomitare, evidentemente è aiutato da qualcuno perché è una nullità che fa vignette ridicole, ma è sempre in Tv…

Commenta