Roma, 14 feb – A volte gli studenti possono veramente essere ingestibili: forse è per questo che uno “strano” corso formativo è comparso sulla piattaforma Sofia che fa capo al  ministero della Pubblica Istruzione: nientemeno che un corso sugli esorcismi e sulla preghiera di liberazione.

Tale corso può essere seguito da tutti i docenti regolarmente iscritti su tale piattaforma del ministero: Sofia, ricordiamo, è un sistema che comprende tutti i tipi di lezioni di formazione e aggiornamento per professori. Particolare “interesse” ha suscitato una nuova proposta del Miur, quella sugli esorcismi.
La nota che descrive l’attività lo propone come “una ricerca accademica e interdisciplinare” che contempla materie già presenti nel nostro ordinamento scolastico.
I partecipanti a tale attività extracurriculare avranno la possibilità di apprezzarne le particolarità antropologiche gli aspetti sociali e quelli biblici e la  fenomenologia.

“Si propone di descrivere analizzare e comprendere – è possibile ancora leggere – gli aspetti peculiari del ministero dell’esorcismo e della preghiera di liberazione, approfondendo sia le tematiche direttamente connesse alla pratica dell’esorcismo e a una sua corretta prassi, sia tematiche collaterali”. La materia, tuttavia, non è riservata soltanto ai docenti bensì anche medici, legali, psicologi,  potranno partecipare. Un occhio di riguardo, ovviamente, si avrà per gli insegnanti di religione.

Il corso sembra arrivare proprio a “fagiolo”, sulla scia delle recenti polemiche nate dall’esibizione di Virginia Raffaele a Sanremo in cui alcuni la accuserebbero di aver “invocato” Satana: il Miur sembra in tale contesto “correre ai ripari” contro l’avvento del demonio anche nelle aule scolastiche.
Sulla faccenda di “Satana a Sanremo”, ricordiamo, è intervenuto anche il vicepremier Matteo Salvini dimostrandosi vivamente “preoccupato” per l’eventuale ascesa di “sette sataniche” – probabilmente “ringalluzzite” dall’improvvisa notorietà ridata a Mefisto dal palco dell’Ariston.

Ilaria Paoletti

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam. Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here