Roma, 21 gen – Continua, senza fretta ma senza tregua, la marcia di conquista del mercato americano da parte di Ferrero. Un cammino lungo, spesso svolto sottotraccia, che sta portando nel corso degli ultimi anni il colosso di Alba (Cn) a marcare sempre di più la propria presenza oltreatlantico. Nel gennaio 2018 l’azienda fondata da Michele Ferrero conquistava la divisione dolci Usa di Nestlé.

Oggi, esattamente ad un anno di distanza, la società piemontese rilancia. L’obiettivo, questa volta, sarebbero le linee di biscotti e snack di proprietà della Kellogg’s, storico marchio nordamericano. A rivelarlo è l’emittente statunitense Cnbc, che parla di un’offerta da 1,5 miliardi di dollari che la Ferrero avrebbe già messo sul piatto. Obiettivo battere l’agguerrita concorrenza di gruppi come Mondelez e Kraft Heinz.

Leggi anche – Ferrero batte l’austerity: nel nuovo integrativo premio da 9mila euro in 4 anni

Entrano nello specifico, nel mirino della storia realtà italiana ci sarebbero marchi specializzati nella produzione di cookies al cioccolato e barrette i frutta. Acquisti mirati, dunque, nell’ottica di entrare a piccoli passi in un contesto estremamente competitivo. Facendo tesoro della lezione che Ferrero continua ad impartire al mondo: un’impressionante solidità gestionale nonostante la pressoché totale assenza di finanza dalle sue logiche. O forse proprio grazie a questo.

Filippo Burla

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here