tasse ires
L’Ue non concede margini sui conti: taglio dell’Ires rinviato al 2017.

Roma, 25 nov – Doveva essere una delle misure-chiave della finanziaria, ma vedrà la luce solo a partire dal 2017. Stiamo parlando del taglio di tre punti e mezzo – dal 27.7 al 24% – dell’Ires, l’imposta sul reddito delle società.

Niente taglio dell’Ires

Inizialmente prevista a partire dal 2017, il governo puntava a tentare l’anticipo già a partire dall’anno nuovo. I tre miliardi necessari verranno così destinati ad altri capitoli di spesa, in specie con riferimento alla sicurezza dopo i recenti fatti di Parigi: “Il governo proporrà nel prosieguo della legge stabilità di spostare, come già inizialmente previsto, al 2017 la diminuzione dell’Ires, ma impiegheremo 2 miliardi di euro per dare una risposta ai professionisti della sicurezza e dell’educazione. Un miliardo in sicurezza, uno nell’identità culturale”, ha spiegato Renzi.

Bilancio rimandato

La necessità di rinviare il taglio dell’Ires è giustificata dal fatto che, per il momento, dall’Ue non arrivano margini di manovra per far uscire le spese di sicurezza (e relative al problema immigrazione) dall’ambito del patto di stabilità comunitario. Una situazione difficile da gestire tanto che il bilancio italiano è stato rinviato agli esami di riparazione in primavera, come ha ammesso oggi anche il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan.

Sulle regole Ue è intervenuto anche il premier, cercando di far buon viso a cattivo gioco: “Noi rispettiamo le regole anche quando non le condividiamo perché pensiamo che sia il primo modo di essere credibili. Ma vogliamo chiedere con forza all’Europa di rispettare un patto di umanità che vale di più di del Patto di stabilità”. Un modo per dire tutto e niente (cosa sarebbe il patto di umanità?) e che nemmeno rinvia la palla nel campo di Bruxelles in attesa della loro mossa, ma lascia praticamente intendere che il governo accetterà qualsiasi decisione in materia. Lasciando su migranti, sicurezza e investimenti, l’Italia con il cerino in mano.

Filippo Burla

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam.
Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here