Roma, 23 ott – “Non rispetta né le raccomandazioni del Consiglio europeo, né gli stessi impegni presi dall’Italia”: con questa motivazione, la Commissione Europea ha rinviato al governo la manovra economica presentata con la legge di bilancio 2019. Non era mai successo in passato all’interno dell’eurozona.

Una bocciatura senza appello, che non giunge inaspettata e riapre lo scontro con Bruxelles. “Il Governo non ha risposto a nessuno dei tre rilievi della lettera di Bruxelles su deficit, debito e prospettive di crescita, non si tratta di sfumature borderline, ma di una deviazione chiara, netta, riconosciuta e per qualcuno anche rivendicata”, ha spiegato il commissario agli affari economici Pierre Moscovici, riferendosi ai temi caldi quali la riforma delle pensioni e il reddito di cittadinanza finanziati in deficit. “Il Governo italiano sta apertamente e coscientemente andando contro gli impegni presi verso se stesso e verso gli altri Stati membri”, gli ha fatto eco il vicepresidente Valdis Dombrovskis.

La Commissione, pur volendo mantenere “un dialogo costruttivo con l’Italia”, ha chiesto al governo di rivedere i contenuti della manovra, con l’obbligo di “presentarne una nuova versione il più presto possibile e al più tardi entro tre settimane”. L’esecutivo gialloverde non sembra però, almeno per il momento, intenzionato a fare alcuna marcia indietro: “Alla Ue risponderemo cortesemente. Io andrei ad incontrare anche domani Juncker, per spiegargli come l’Italia crescerà, ma nessuno toglierà un euro da questa manovra”, ha spiegato in mattinata, già certo della bocciatura in sede Ue, il vicepremier Matteo Salvini.

I primi risultati della decisione della Commissione non tardano intanto a farsi sentire: lo spread, che in giornata veleggiava attorno ai 300 punti base, è schizzato fino a lambire i 320 per poi assestarsi poco sopra i 310.

Filippo Burla

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam.
Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

4 Commenti

  1. […] L’articolo L’Ue all’attacco dell’Italia: manovra bocciata, sale lo spread proviene da Il Primato Nazionale. (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); // Sharrre jQuery(document).ready(function(){ jQuery('#twitter-footer').sharrre({ share: { twitter: true }, template: 'Share on Twitter', enableHover: false, enableTracking: true, buttons: { twitter: {via: ''}}, click: function(api, options){ api.simulateClick(); api.openPopup('twitter'); } }); jQuery('#facebook-footer').sharrre({ share: { facebook: true }, template: 'Share on Facebook{total}', enableHover: false, enableTracking: true, buttons:{layout: 'box_count'}, click: function(api, options){ api.simulateClick(); api.openPopup('facebook'); } }); }); […]

  2. Un commissario ha addirittura augurato che l’Italia venga punita dai mercati per via di un deficit del 2.4% normalissimo per molti paesi;ha commesso il reato di aggiotaggio previsto nel codice penale per chi altera con notizie false i mercati dato che l’Italia ha un enorme risparmio privato e nessun rischio di insolvenza.Essendo straniero, la nostra legge non vale per lui mentre questi burocrati non eletti pretendono di imporci qualsiasi cosa tramite trattati firmati da burattini nostrani ma mai votati dagli italiani.Gli italiani traditori che remano contro dicendo falsità sulla economia per impaurire la gente invece andrebbero subito indagati non solo per aggiotaggio ma anche per abuso della credulità popolare.
    Per il resto siamo alle solite;i proprietari della BCE privata e di bankitalia privata al 95% che stampano a costo zero il denaro che poi prestano solo alle banche e non agli stati sono terrorizzati.Hanno paura che gli italiani inizino a generare denaro pubblico a costo zero tramite minibot togliendoli il monopolio privato di creazione del denaro.Hanno anche paura che la loro scienza capovolta e antiKeynesiana di austerity venga smascherata da uno sviluppo economico dovuto a maggiore deficit e spesa pubblica; cosi’ tutti capirebbero che ci hanno depredato e impoverito per anni con una spesa pubblica inferiore alla tassazione(il famoso avanzo primario) .
    L’ enorme prelievo fiscale ha tolto soldi agli italiani e alle imprese per dargli a speculatori privati tramite gli interessi sul debito pubblico.Questi interessi che dovrebbero essere a livello della Germania dato che l’Italia non presenta alcun rischio di insolvenza maggiore, dovrebbero essere di circa 10 miliardi di euro mentre sono di ben 90 miliardi l’anno, lasciando i pensionati a cercare cibo nella spazzatura.Ma alle oligarchie và benissimo un paese sempre piu’ indebitato perchè cosi’ possono costringere lo stato a svendere i migliori beni pubblici rimasti e ai privati impoveriti far svendere i beni privati

  3. “Gli italiani traditori che remano contro dicendo falsità sulla economia per impaurire la gente invece andrebbero subito indagati non solo per aggiotaggio ma anche per abuso della credulità popolare.”
    Lei con questo discorso ha perfettamente ragione, il problema è che l’italiano medio viaggia senza memoria e senza logica alcuna, altrimenti non ascolterebbe gli scemi mestieranti economisti improvvisati della Tv. Si pensi allo spread, altro dato inventato dal 2011 ad arte, a maggio era più alto di adesso, ma c’erano le vacanze per le varie trasmissioni e la manovra non decisa dagli usurai UE, era ancora abbastanza lontana.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here