Il Primato Nazionale mensile in edicola

Londra, 27 mar – Il primo ministro britannico Boris Johnson è positivo al test per il coronavirus ed è in auto-isolamento. Il premier, secondo quanto riportato dall’agenzia Reuters, ha “sviluppato lievi sintomi” nel corso delle ultime 24 ore. “Sono in auto-isolamento”, ha detto, secondo quanto riportato dall’agenzia, “ma continuerò a guidare la risposta del governo, in videoconferenza, nella lotta a questo virus“. Johnson, che ha 55 anni, ha iniziato ad avvertire sintomi della Covid-19 giovedì, il giorno dopo aver risposto alla sessione di domande e risposte settimanale alla Camera. In un video il premier conservatore si è rivolto ai cittadini britannici: “Ho sviluppato lievi sintomi di coronavirus, febbre e tosse persistente. Sono in auto-isolamento e questa è assolutamente la cosa giusta da fare. Ma senza dubbio posso continuare, grazie alla magia della tecnologia moderna, a comunicare con tutta la mia squadra per guidare la lotta nazionale contro il coronavirus“.



Nel Regno Unito i contagi sono quasi 12 mila. Le vittime sono 580

Intanto l’epidemia si allarga nel Regno Unito: i contagi confermati salgono a 11.658 e le vittime 580. Il governo Johnson ha adottato misure simili a quelle in vigore in Italia per contrastare la diffusione dei contagi, invitando la popolazione a restare a casa. Come è noto anche la famiglia reale è stata colpita dal virus: il principe Carlo, erede al trono e figlio della Regina Elisabetta, è risultato positivo al test due giorni fa e si trova in auto-isolamento nella residenza reale scozzese, con la moglie Camilla (negativa al test). La Regina Elisabetta – secondo quanto dichiarato dalla casa reale – è invece in buona salute.

Black Brain

Adolfo Spezzaferro

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

5 Commenti

  1. La “magia” è che B.J. è così quasi pronto ad inserirsi nella futura immunità di gregge, proteggendo forzatamente i soggetti a rischio. Alla faccia della tecnologia, magia o non magia?

Commenta