Roma, 14 ago – Le premesse sono da film sci-fi, di quelli che finiscono male per il pianeta Terra. Bill Gates, evidentemente annoiato dalla vita di fondatore e amministratore delegato di Microsoft (nonché uno degli uomini più ricchi del mondo), si sta interessando al riscaldamento globale e ha finanziato un progetto di ricerca coordinato da scienziati della prestigiosa Università di Harvard, con l’obiettivo di trovare un modo per abbassare la temperatura del pianeta. Si tratterebbe di disperdere nella stratosfera terrestre millioni di tonnellate di polvere di carbonato di calcio per bloccare una parte dei raggi solari. 

Lo studio

E c’è già uno studio pilota, dal modico costo di 3 milioni di dollari, che prenderà in esame un porzione molto piccola del nostro cielo. L’esperimento, dal nome Stratospheric Controlled Perturbation Experiment (ScoPEx), verrà condotto lanciando nella stratosfera un pallone da ricerca, che rilascerà 12 kg del sopracitato sale di calcio dell’acido carbonico in un’area ristretta. Il pallone fungerà da stazione di raccolta dei dati, forniti da una sonda munita di eliche che misurerà il grado di riflessione della luce solare, i cambiamenti dell’aria sopra e sotto lo strato di polvere e altri parametri.

L’idea di base


L’idea alla base dello studio nasce da una catastrofe. Ci riferiamo alla tragedia del vulcano Monte Pinatubo nelle Filippine, che nel 1991 esplose causando un’eruzione che costò la vita a 700 persone. Durante l’esplosione il vulcano rilasciò nell’aria una nube di 20 milioni di tonnellate di anidride solforosa che bloccò in parte i raggi solari e contribuì alla diminuzione delle temperature globali di 0,5° centigradi. Da qui gli scienziati teorizzano che liberare milioni di tonnellate di polvere nella stratosfera possa ridurre l’aumento della temperatura sulla Terra.

Quali sono i rischi?

Ma che rischi comporta l’attuazione di una tale teoria? Che la temperatura si abbassi troppo, ad esempio. O che vengano indotte perturbazioni incontrollabili dagli effetti devastanti sul clima locale: alluvioni e cicloni in alcune regioni, estrema siccità e desertificazione in altre. La circolazione delle correnti oceaniche potrebbe subire un mutamento, per non parlare delle estinzioni di massa delle specie animali le cui condizioni di vita verrebbero pesantemente alterate. Insomma, si tratta di una visione, di un progetto che mira un po’ troppo “in alto” (non solo fisicamente), che definire “delicato” è un eufemismo e che sta allarmando già molti esponenti della comunità scientifica mondiale. Forse Bill Gates dovrebbe trovarsi un hobby meno rischioso del mettersi in testa di potere essere Dio

Cristina Gauri

Commenti

commenti

12 Commenti

  1. La luce solare, letteralmente, dà da mangiare al mondo vegetale. Il mondo vegetale si nutre (anche) di anidride carbonica, contribuendo sostanzialmente alla riduzione del gas presente in atmosfera. La copertura arborea incrementa le precipitazioni, contribendo alla condensazione e precipitazione di un altro temibile gas-serra: l’acqua. E’ tutto un gioco di equilibri del quale pure io, che sono un ignorante conclamato in materia, intruisco l’intricatezza. E’ un nodo inestricabile sia per qualità, sia per scala, un nodo col quale è molto rischioso cimentarsi. Tenere le mani in tasca, in circostanze del genere, è una manovra molto saggia (anche se meno redditizia per chi ha capitali da investire, tipo Bill Gates).

  2. Questo qui è una pazzo scatenato e andrebbe fermato prima che faccia danni irreparabili. Oltre a quelli che ha già fatto.

  3. 😊😊😊
    Aveva bevuto e
    molto ???
    O lo stanno truffando finti scienziati …. seguaci di gretina , quindi gretini ….

    L’uomo NON sta riscaldando il pianeta , ma alcune attività , come la stronzata di Gates sono “potenzialmente”
    pericolose .

    Abbassare artificialmente la temperatura sarebbe una ipotesi da ponderare andando coi piedi di piombo … una farfalla sbatte le ali in america e crolla la grande muraglia in cina ….

  4. Ma dove hanno studiato sti scemi ?
    I vulcani con le loro eruzioni raffreddano nel BREVE PERIODO ,
    ma le polveri sottili , attribuite all’attività umana dai gretini , nel lungo periodo RISCADANO.
    Pinatubo e l’altro in islanda SONO i responsabili dell’attuale riscaldamento , senza di loro saremmo in una fase di pre-glaceazione ….

    Per altro i fessi gretini che mettono cappellucci di stagnola per non essere visti dagli alieni
    (non ridete , è vero!)
    pensano che gli USA abbiano già un arma cambia-clima ,
    o loro o i Russi ,i cinesi non ancora.

    Mai sentita la teoria gretina delle scie lasciate dagli aerei ?
    Vapore acqueo scambiato per kissake ….

  5. Cioè loro lavorano per migliorare il mondo e voi dite che dovrebbe dedicarsi ad altro? State messi male.

    Ovviamente si fanno ricerche su ricerche, ci vorranno decenni per fare una cosa del genere. Per fortuna lui lavora e non dà ascolto a queste cose inutili che scrivete.

  6. 😊😊😊😊
    Non dimenticate il cappelluccio di stagnola …. gli alieni vi spiano , vogliono carpire le vostre “grandi idee sul clima” !
    💩💩

  7. Seriamente ,
    ignoro i vs studi ,
    il sole sta portandosi in una fase “fredda”
    ciclica ogni 500/600 anni ; l’ultima risale tra il 1.500 ed il 1.600 …

    una SERIA ricerca russa sostiene che nel prox decennio la temperatura calerà
    di diversi gradi poi per ancora 20/30 anni …..ed in seguito stabile per 500 anni c.a.

    il resto sono gretinate .

    Domanda , cosa c’entra il fascismo col clima ????

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here