Da una attività molto più accessibile rispetto al passato grazie ad efficienti strumenti di trading come una piattaforma di trading e un conto demo presenti sui broker che offrono servizi per investire in borsa, è buona norma prestare attenzione prima di iniziare agli errori più comuni. In questa guida, abbiamo analizzato quelli più frequenti per chi investe in borsa e soprattutto come evitarli.

Tra gli errori più comuni di chi investe in borsa, la poca attenzione alla scelta del broker

Uno degli errori più comuni di chi investe in borsa, è di sottovalutare la scelta del broker. Nel panorama del trading online ne sono davvero presenti tanti e scegliere quello giusto non è sempre facile. Tra gli elementi principali, vi sono le autorizzazioni che ogni buon broker deve possedere per offrire servizi sicuri ed efficienti sul trading online. Tra le più importanti e che assolutamente non devono mancare in un buon broker? La Consob e la Cysec, due delle principali licenze Europee nel settore del trading online.

Per verificare che il broker scelto sia in possesso di tali licenze, è da attuare delle facili procedure che richiedono pochissimo tempo e che ne garantiscono una ricerca ottimale solo dei migliori broker. Il passaggio più importante, è di verificare sul sito ufficiale del suddetto broker nella pagina principale (in genere questa informazione è posta alla fine del sito) o in altre pagine più specifiche (le più comuni sono quelle dal nome chi siamo). E’ poi utile eseguire un nuovo e ulteriore riscontro, ricercando il nome della suddetta licenza sulle pagine ufficiali di Consob e Cysec.

Come evitare gli errori più comuni per investire in borsa? Ecco un piccolo elenco indicativo

Bene ora che hai perso davvero pochissimi minuti per ricercare quelli che sono i broker regolamentati, è il momento di affrontare anche altri errori comuni di chi investe in borsa. Eccone al riguardo un piccolo elenco indicativo:

  • Primo deposito. Confrontare le principali offerte del settore per aprire un nuovo conto e in particolare il primo deposito richiesto da versare sul nuovo conto. Nella maggior parte dei casi, tale cifra è di un centinaio di euro e con tanti vantaggi inclusi all’apertura del conto come una demo o una formazione gratuita.
  • Conto demo gratuito. E’ ormai uno strumento essenziale per investire online e optare per broker senza queste soluzioni è un errore che ti può costare caro. Perché? Perché è un ottimo strumento di trading per la pratica online e per osservare più da vicino le dinamiche della Borsa con un capitale virtuale.
  • Formazione gratuita. Se da un lato acquistare dei libri di trading, può aiutare nel creare una prima formazione non è da escludere anche quella offerta dai broker per investire in borsa. Non solo, tale materiale è gratuito e davvero molto completo per apprendere solo le migliori competenze didattiche per investire in borsa. Non utilizzarlo è un errore inutile che è bene evitare per iniziare con il piede giusto ad investire al meglio in questo settore.
  • Piattaforma di trading. Deve essere professionale e offrire una più ampia panoramica delle variazioni di prezzo di un mercato azionario. Con un conto demo, senza dubbio si ha già una prima conoscenza di tale strumento ma un errore da non sottovalutare è di non utilizzare una piattaforma di trading dopo poco tempo con un conto reale per un approccio più diretto. Per non correre il rischio sul capitale e su una minore esperienza sull’investimento, infatti, è possibile applicare una strategia nota come gestione del capitale ovvero investimenti minimi per ogni operazione aperta e per ridurne il rischio.

Attenzione anche a considerare ciò che il broker ha da offrire in termini di asset da negoziare in borsa e di una offerta effettivamente completa. Tra gli errori più comuni di chi investe in borsa, vi è infatti quello di non osservare subito questa offerta e di pentirsi laddove interessati ad investimenti più specifici e su asset che di fatto non sono compresi nel pacchetto di questo broker.

Siti con utili consigli su come investire in borsa ed evitare gli errori più comuni

Dalla scelta di broker in possesso delle più importanti autorizzazioni Europee fino alla scelta di broker con conto demo e formazione per essere padroni delle principali tecniche di investimento in borsa, come evitare questi errori può prevedere anche delle più comode scorciatoie. Esistono, infatti, siti autorevoli che non solo raccolgono materiale didattico gratuito su come investire in borsa e le migliori strategie, ma forniscono anche tabelle comparative in cui sono confrontati i migliori broker per investire.

Una ottima scorciatoia, che permette di guadagnare tempo sulla ricerca di come operare in borsa ed evitare quelli che sono gli errori più comuni. Tra l’altro, vi sono utili approfondimenti sulle piattaforme di trading e riferimenti a ciò che ogni singolo broker ha da offrire rispetto agli strumenti di analisi per investire in borsa. Le piattaforme di trading consigliate per giocare in borsa, sono raggruppate anche in utili tabelle comparative in cui sono presenti pure i moduli diretti per l’iscrizione e se lo stesso offre o meno un conto demo.

Approfondisci su giocareinborsa.net tutti questi argomenti e segui i suoi consigli su come evitare gli errori più comuni in borsa. Inoltre, ci permettiamo di aggiungere un altro consiglio. Il sito, offre anche ottimi spunti rispetto ad altri importanti strumenti per investire online come il forex, le azioni, gli indici, le materie prime e le criptovalute. Perché questo è importante? Per evitare un errore comune di chi si approccia ad un investimento in generale ovvero di concentrarsi solo su un settore. Se l’azionario è importante e rappresenta ad oggi uno dei migliori settori da valutare per un investimento, non è da commettere l’errore di impuntarsi sempre sullo stesso investimento.

Una strategia di differenziazione, è super consigliata per investire in ogni settore e permette una gestione mirata del capitale e maggiori possibilità di realizzare le migliori operazioni online. Nulla vieta, di applicare tale strategia anche ad un solo settore come l’azionario. Quest’ultimo, infatti, comprende più mercati internazionali (la Borsa di Milano, di Londra, di New York ecc.) con aperture in diversi momenti della giornata da poter alternare per più investimenti sui migliori titoli azionari.

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam. Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here