Roma, 26 giu – Laura Boldrini  tra una goffa esultanza per la vittoria delle Azzurre di calcio e una richiesta di sgombero di CasaPound, si ricorda di un altro suo grande cavallo di battaglia: difendere le Ong (come la Sea Watch) e attaccare Matteo Salvini.

“Salvini gioca a battaglia navale”

Intervistata per Radio Cusano Campus, emittente radiofonica dell’università telematica Niccolò Cusano, dichiara: “Salvini sta giocando ad una battaglia navale, si accanisce contro le ong, nel frattempo cento persone sono arrivate a Lampedusa e lui non ha battuto ciglio”. Insiste la Boldrini: “Salvini ha deciso che il nemico è chi salva le vite nel Mediterraneo“. In merito alla pronuncia della Corte europea di divieto nell’ingresso delle acque italiane di Sea Watch, la Boldrini replica: “Non è entrata nel merito quindi non è che abbia dato ragione a Salvini e torto alla Sea Watch, ha solo detto che non ci sono gli estremi per l’intervento cautelare di urgenza perché a parere della Corte le persone a bordo non sarebbero a rischio di danno irreparabile, se le autorità italiane continueranno a fornire assistenza”.

“Accanimento contro immigrati”

Passa dunque ad accusare Matteo Salvini di “tenere 42 persone in mezzo al mare con temperature che sfiorano i 40 gradi”. “Questo dimostra che l’incapacità di governare il fenomeno migratorio arriva a manifestazioni di sadismo nei confronti di persone in difficoltà”. “È patetico” aggiunge “che in un continente di 500 milioni di abitanti ogni volta che arrivano 40 migranti, si mettano in mezzo ministri e presidenti del Consiglio per trovare una soluzione”.

Ilaria Paoletti

Commenti

commenti

3 Commenti

  1. Senti Boldrini. Ma tu sei consapevole del fatto che ogni volta che apri bocca il 97 per cento degli italiani si volta dall’altra parte? Non è difficile capirlo ma sembra che tu riesca benissimo a “non capirlo”…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here