Roma, 7 mag – La delegazione del Movimento 5 Stelle è stata la prima ad essere ricevuta dal presidente Mattarella questa mattina. All’uscita Luigi Di Maio ha ribadito quanto già ribadito ieri nell’intervista da Lucia Annunziata: “Dobbiamo scongiurare un nuovo 2011. Serve un governo che rappresenti i cittadini e non faccia solo quadrare i conti. Non siamo disponibili a governi tecnici“. Una posizione che conferma l’impossibilità della formazione di un “governo del Presidente”, in linea con quanto emerso anche dal difficile vertice di ieri sera del centrodestra a palazzo Grazioli.

Questa mattina si è concluso il nuovo incontro tra Salvini, Berlusconi e Meloni, che in questo momento si sono recati al Quirinale per l’incontro con Mattarella. Se non dovesse arrivare una “sorpresa” dalle dichiarazioni del centrodestra, la strada sembra quella di nuove elezioni, come conferma il capo politico del M5S. “Si deve tornare al voto e sulla legge elettorale non voglio portare gli italiani in un dibattito di due anni su modifiche come premio alla lista o alla coalizione. Il ritorno al voto sarà un ballottaggio. Noi non volevamo arrivare a questo punto e abbiamo fatto di tutto per non dover dire agli italiani che si deve tornare a votare”.


Insomma la mossa di Di Maio, quella di dichiararsi disponibile a fare un passo indietro potrebbe essere arrivata troppo tardi. Il leader 5 Stelle chiude la sua breve conferenza stampa in uscita dal Quirinale parlando degli scenari futuri: “Se Terza Repubblica deve essere lo sarà solo mettendo al centro i problemi dei cittadini. Noi siamo gli ultimi a non aver problemi ad andare a votare. Le forze politiche alternative a noi pensano che si possa ottenere un risultato migliore solo perché hanno messo insieme dieci liste per ottenere dei risultati”.

Davide Romano

 

Commenti

commenti

1 commento

  1. Speriamo che il movimento intestinale cinque stelle alle prossime eventuali elezioni affondi nell’arroganza che lo ha contraddistinto, visto che per 6 anni ha bloccato il voto di milioni di italioti ed ha votato e appoggiato l’esatto contrario di quello di cui il popolo aveva bisogno…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here