Roma, 13 set – Sembra che la prima apparizione politica pubblica del premier Conte avrà luogo ad Unica, la festa di Leu-Articolo1 che si terrà dal 18 al 22 settembre alla Città dell’Altra economia, nel quartiere romano di Testaccio, “uno dei quartieri più giallorossi della città”, fanno simpaticamente notare gli esponenti di Articolo 1 sottolineando l’analogia tra l’esecutivo di sinistra e il tifo romanista. Insomma proprio Conte, che nel corso del precedente esecutivo era così restio a partecipare alle feste di partito, a governo giallofucsia appena insediato ci tiene a presenziare all’ammucchiata di esponenti della sinistra in cartellone. Il matrimonio è fatto, ora bisogna consumarlo. Curioso notare come Conte, a detta di Arturo Scotto, della direzione nazionale, “aveva già dato la sua disponibilità a luglio”.

La festa si apre il 18 settembre con un dibattito con il segretario del Pd Nicola Zingaretti e il ministro della Salute Roberto Speranza, unico ministro di LeU dell’esecutivo e ultrà dell’alleanza giallofucsia anche alle prossime Regionali. Il presidente del Consiglio invece parteciperà a un dibattito, giovedì 19 settembre, con i capigruppo di Leu Loredana De Petris e Federico Fornaro. Modera Enrico Mentana. Un’orgia! L’auspicio – spiega Arturo Scotto della direzione nazionale – è quello “di costruire un nuovo centrosinistra”. Poi Bersani, D’Alema (che ci parla dei pericoli del sovranismo con un Michele Santoro tolto dalla formaldeide), Sassoli. Ma non è finita: venerdì 20 l’ospite sarà l’ex premier greco Alexis Tsipras, per discutere di “Europa, i valori e la politica”. Di cosa parlerà alla platea il massacratore del popolo greco? Di come la nostra nuova classe dirigente riuscirà affamare sistematicamente quello italiano?


Cristina Gauri

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here