Roma, 10 ago – Sono ormai un lontano ricordo i tempi in cui Emilio Fede dirigeva il Tg4, rendendolo una sorta di megafono di Forza Italia e del suo presidente Silvio Berlusconi. Oggi tutto cambia e al timone della rete Mediaset più vista da casalinghe e pensionati, che comunque da anni non va oltre il 2-3% di share, c’è Gerardo Greco, un nome forse sconosciuto ai più. Ebbene, Greco è quanto di più lontano ci possa essere da quella destra di plastica berlusconiana che fu. Alla faccia della coerenza. Sì, un giornalista che possiamo definire di sinistra (quella di adesso) da oggi dirige il Tg4. Greco fino allo scorso anno era un dipendente Rai, dove ha svolto negli anni il ruolo di corrispondente dagli Stati Uniti per il Tg2 e quello di direttore del Giornale Radio Rai e di Radio1. Negli ultimi anni ha condotto prima il programma Uno mattina Estate e dal 2013 al 2017 Agorà su Rai3. Ora è approdato a Mediaset, con il compito di compiere una “vera rivoluzione della rete”, come dicono dai piani alti di Cologno Monzese.

Il guru dell’informazione del Biscione, Mauro Crippa, spiega che “l’ingresso di Gerardo Greco alla guida del Tg4 anticipa un altro importante rinnovamento, quello di tutta Retequattro. Dalle prossime settimane metteremo in atto una vera e propria rivoluzione”. Di che tipo di rivoluzione si tratti, staremo a vedere. Soprattutto se dovesse essere confermato anche l’approdo su Rete 4 di Matteo Renzi con un suo format di approfondimenti e informazione. Lontani, quindi, non solo i tempi di Fede, ma anche quelli di Maurizio Belpietro, di Mario Giordano, di Paolo Del Debbio, colui che per primo scrisse il programma della nascente Forza Italia. Hanno dato voce alla gente comune, quella che parla con la pancia e che, senza giri di parole, urla il proprio disagio. Una scelta che in termini di voti non ha pagato a Forza Italia, e per questo si deve cambiare. Sembra proprio che a Mediaset non ci sia più spazio per gente di destra, e che la linea sia quella di sposare senza se e senza ma il patto del Nazareno.

Chissà cosa ne penserà Emilio Fede, a vedere la sua creatura finita nelle mani di Greco. Impossibile non pensare al suo celeberrimo fuorionda, ormai diventato un cult.

Commenti

commenti

4 Commenti

  1. Oramai Mediaset rappresenta un pezzo di sinistra piddina e sorosiana,un apparato di pseudo giornalisti fedeli alla casta burocrate ed europeista………. I figli del berlusca pensano alla loro ricchezza personale e spero che il governo intervenga pesantemente sulle TV in generale in modo che ogni soggetto favorisca la pluralità e non abbia più di una rete………ci siamo rotti il cazzo di trasmissioni comunistoidi ignobili ed invereconde……..da skypd24 a la 7 , che addirittura annovera all’unisono parenzo e telese la cloaca è strapiena.

  2. Io la TV l’ho messa dentro il cassonetto del rusco e piuttosto di pagare il canone mi faccio staccare la luce fanculo r4 che con i suoi belpietro e simili non faceva altro che girarci attorno e prendere in giro la gente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here