Roma, 17 feb – Gli iscritti dal M5S domani, dalle 10 alle 19, avranno la possibilità di votare sulla piattaforma Rousseau sul caso Diciotti o per meglio dire sull’autorizzazione a procedere nei confronti del ministro dell’Interno Matteo Salvini. La decisione dei vertici pentastellati di ricorrere al voto online, palesa la spaccatura creatasi all’interno del gruppo parlamentare del movimento. I Cinque Stelle tentano però di motivare questa scelta in altro modo.

“Non è – si legge sul blog – il solito voto sull’immunità. Di quei casi si occupa l’art. 68 della Costituzione, e su quelli il M5S è sempre stato ed è inamovibile: niente immunità, niente insindacabilità. Questo è un caso diverso: stiamo parlando dell’art. 96 della Costituzione. E’ un caso senza precedenti perché mai in passato la magistratura ha chiesto al Parlamento di autorizzare un processo per un ministro che aveva agito nell’esercizio delle sue funzioni”.

Soprattutto però è l’esito della votazione a preoccupare, perché con tutta evidenza si potrebbe aprire una crisi di governo. Alla domanda posta sulla piattaforma Rousseau, gli iscritti dovranno rispondere semplicemente con un sì o con un no. “Il ritardo dello sbarco della nave Diciotti, per redistribuire i migranti nei vari Paesi europei, è avvenuto per la tutela di un interesse dello Stato?” . Con sì, quindi, si nega l’autorizzazione a procedere. Con il no al contrario si concede l’autorizzazione a procedere.

“Ritengo che l’autorizzazione a procedere contro Salvini non vada concessa perché si tratta di una scelta collegiale del consiglio ministri”, ha dichiarato il sottosegretario ai rapporti con il Parlamento e la Democrazia diretta, Vincenzo Santangelo. “Non saremmo dovuti arrivare a questo – ha poi specificato il sottosegretario – Salvini avrebbe dovuto rinunciare al voto e farsi processare, la scelta finale spetterà comunque alla base. Voteremo sì se questa sarà la volontà che emergerà dalle consultazioni online”. Fatto sta che se dovesse passare l’autorizzazione a procedere nei confronti di Salvini è molto probabile che si aprirà una crisi di governo. E’ quanto confermato anche da fonti di governo M5S all’Ansa, alla vigilia della consultazione online.

Eugenio Palazzini

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam. Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here