Roma, 13 giu – La preoccupazione massima della politica italiana, in questo momento, sembra essere una lista che si presenta alle elezioni da 15 anni, in un paesino del Mantovano. Parliamo della “Lista dei Fasci italiani del lavoro”, presentatasi alle comunali di Sermide e Felonica, 7.548 abitanti. Lista che sembra pure essere piaciuta agli elettori, se è vero che ha ottenuto il 10,41% (334 voti), permettendo così alla ventenne Fiamma Negrini, candidato sindaco, di entrare in Consiglio comunale.

Come detto, la lista si era già presentata alle elezioni nel 2002, 2007, 2012, senza suscitare alcuno scandalo. Questo fino al momento in cui è incappata nell’occhiuta vigilanza di Paolo Berizzi, il “pistarolo nero” di Repubblica. Da lì si è messo in movimento il solito meccanismo: articolo indignato di Repubblica + lettera della Boldrini. La presidente della Camera, infatti, ha scritto al titolare del Viminale per denunciare l’oltraggio. Minniti, per tutta risposta, ha contattato il prefetto di Mantova e ha fatto sì che venisse rimosso il funzionario della settima sottocommissione elettorale circondariale di Mantova.

Sulla vicenda, inoltre, sono state annunciate interrogazioni parlamentari urgenti, sempre rivolte al ministro Minniti: Partito Democratico, Articolo 1 Mdp e Sinistra Italiana chiedono spiegazioni al Viminale. Non potevano mancare le proteste dell’Anpi e dell’Unione delle Comunità ebraiche. Il tutto, lo ripetiamo, per una lista presentata a Sermide e Felonica. Una lista alla sua quarta comparsa sulle schede elettorali. Una lista che ha ottenuto il 10% dei consensi.

Roberto Derta

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam. Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

5 Commenti

  1. al Genio della lampada avrei chiesto come desiderio il vedere per un attimo la faccia della Presidentessa allo scorgere di quel simbolo…

    PS ma davvero questa Boldrin non ha nessun impegno serio che non il perdersi a scrivere lettere in giro per il mondo con un piglio tra grafomania e stalking ?

  2. Questa è la democrazia ragazzi! Partecipano solo quelli presentabili. E chi vince non comanda un cazzo, bivaccando alle spalle degli italiani dietro lauti compensi. Meglio che questi fatti si ripetano, così solo chi non vuol vedere la realtà non la vede..

  3. Rino ha ragione. Il problema di Repubblica, Boldrina& accoliti ( preti in testa) sono lo ius soli e le manifestazioni fasciste. La ragazza di Mantova ha fatto esplodere le loro contraddizioni ed i loro istinti. Uguale risultato con successo elettorale a una lista in un paese bresciano. NON dobbiamo nasconderci !

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here