Reggio Emilia, 13 feb – Si definisce amante della “politica sana”: peccato che siano solo parole. Difatti tra il dire e il fare, per il consigliere del Pd di Reggio Emilia Dario De Lucia, c’è di mezzo il mare (di vergogna). “Sono usciti dalle fogne quelli che ricordano gli infoibati. C’era la merda in piazza”: ecco l’emblematico post all’insegna della “politica sana”, che il piddino pubblica sul suo profilo Facebook.

De Lucia ha insultato così chi manifestava in ricordo dei martiri delle Foibe, vittime dei titini e dei partigiani: “Ragazzi che cavolo é successo in Piazza Prampolini che cinque cittadini mi hanno scritto e chiamato dicendo che le fogne erano esplose – e poi – Vediamo quest’anno dove arriva l’asticella degli infoibati…”. Non solo l’ironia squallida: pure la calunnia revisionista. La condanna a De Lucia è dunque duplice, a tenersi bassi.

Bassi mai quanto lui, che così prosegue nel suo sfogo social: “Si è svolta una parata di neofascisti e ex militanti del Movimento Sociale Italiano nella mia città. Questi hanno strumentalizzato la storia, non si fà, hanno fatto bene i cittadini a segnalarmi il fatto“. La manifestazione, composta e dignitosa, si contrappone (pure) allo strafalcione grammaticale del consigliere che scrive “fà” con l’accento: lui che chiede ai fascisti di “studiare la storia”, dovrebbe in primis studiare la lingua italiana. Dario De Lucia, torni sui libri: di grammatica ma anche di storia.

Chiara Soldani

Commenti

commenti

3 Commenti

  1. Il tipico comunistoide miserabile e senza dignità, codardo e vigliacco, ironico sui morti delle foibe……….un tpico esempio di delirio piddino autoreferenziale………. lo vedo bene a far compagnia ai suoi accoliti
    , pseudo giornalisti , a skypd24 che anche questa mattina si sono distinti per ipocrisia e servilismo pro pd ed immigrazione mafiosa negroide……….vomitevole lui,nauseabondi loro.

  2. No ma il problema non c’è più. Il PCI è esistito solo grazie a quei fessi di angloamericani (ottava e quinta armata) che risalivano la penisola nel 1943-45 e alla potenza sovietica che l’ha finanziato e nutrito fino al 1991. E poi dal 1991 ad oggi grazie alle rendite di posizione conquistate sotto l’imbelle Democrazia Cristiana. Oggi, finalmente, URSS e angloamericani non ci sono più e le rendite di posizione vanno esaurendosi. I comunisti o post-comunisti torneranno presto ad essere ciò che sono realmente: veramente poca cosa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here