Roma, 5 set – Il governo giallofucsia si presenta così: impugnando una legge del Friuli Venezia Giulia. E’ in pratica uno dei primi atti del nuovo esecutivo. Il Consiglio dei ministri, su proposta del ministro per gli Affari regionali e le autonomie Francesco Boccia, ha infatti deliberato di impugnare la legge n. 9 dell’8 luglio 2019. Il motivo? Secondo il Cdm “numerose disposizioni sono risultate eccedere dalle competenze Statutarie della Regione”. Ma soprattutto “talune disposizioni in materia di immigrazione appaiono discriminatorie, in contrasto con i principi di cui all’articolo 3 della Costituzione e in violazione della competenza esclusiva statale”.

Il nuovo esecutivo targato Pd-M5S inizia così a smantellare i provvedimenti del precedente governo e in particolare, strane casualità, quelli pensati e approvati dalla Lega. Massimiliano Fedriga, governatore leghista della regione Friuli Venezia Giulia, non a caso ha tuonato: “È una vergogna assoluta, tutte le norme impugnate dal Governo sono della mia Regione, sono felice di dare fastidio a questi traditori“.

Non solo immigrazione


Stando però a quanto comunicato dal Cdm, non soltanto le norme sull’immigrazione meritano l’impugnazione. “Alcune norme”, si legge nella nota, “violano la competenza esclusiva statale in materia di tutela dell’ambiente“. E pure “una previsione in materia di strutture di primo intervento sanitario risultano in contrasto con previsioni statali espressione della competenza in materia di livelli essenziali delle prestazioni e costituenti principi fondamentali in materi di tutela della salute”. Sempre secondo il Cdm, ve ne sarebbero altre “riguardanti il rapporto di lavoro del personale regionale” che “invadono la materia dell’ordinamento civile, ponendosi altresì in contrasto con le disposizioni statali volte a costituire principi generali di coordinamento della finanza pubblica”.

Alessandro Della Guglia

Commenti

commenti

7 Commenti

  1. Credo, che l’unica soluzione, sia estraniarsi dalla realtà per i prossimi 4 anni. Sono tornato dalle ferie e appena ho acceso televideo mi è preso il voltastomaco, il ritorno di Lucano a Riace, Salvini indagato per gli insulti alla Capitana, questa notizia. Siamo già ritornati nel pieno dominio del PD, con l’informazione asservita, mai sopita, che già scalpita per inondarci di menzogne e rappresentazioni artefatte della realtà.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here