Roma, 29 apr – Il prossimo 12 maggio ci sarà un evento terrapiattista. Si terrà a  Palermo, parteciperà anche anche Beppe Grillo.

“Cervelli che non scappano davanti a nulla”

Il garante del Movimento 5 Stelle sulla sua pagina Facebook si esprime così in merito alla sua decisione di partecipare all’evento che si terrà all’Hotel Garibaldi nella città siciliana: «Ho deciso di partecipare, a Maggio, al primo congresso dei terrapiattisti italiani. Voglio stare in mezzo ad un po’ di cervelli che non scappano davanti a nulla, nessun pregiudizio, nessuna legge della fisica è definitiva».

L’hashtag “Terrapiattaday”

Grillo conclude il suo intervento su Facebook lanciando l’hashtag “TerrapiattaDay”. Che sia o meno una provocazione quella del comico genovese, una trovata pubblicitaria o semplice curiosità, ad oggi non è dato saperlo. Val la pena però ricordare quali siano le tesi “fondanti” dei sostenitori della tesi secondo la quale il nostro pianeta sarebbe piatto e non sferico. La Flat Earth Society (Società della Terra Piatta) è arrivata a a contare qualche migliaio di sostenitori nei primi anni novanta: nel 2004 è stata fondata una nuova Flat Earth Society. Secondo le loro teorie, il Polo Sud non sarebbe altro che  una linea di confine che delimita tutte le terre emerse. Intorno alla Terra circolare si trova una catena montuosa lunga 72mila, alta 400 chilometri, di color smeraldo. Tale catena montuosa sarebbe popolata da delle specie di  “guardiani”, il cui ruolo è quello di difendere i confini della terra. Lo farebbero da duemila anni. Invece gli altri pianeti sarebbero degli ologrammi, non esisterebbero affatto. I dinosauri, invece, non sarebbero mai esistiti.

Ilaria Paoletti

3 Commenti

  1. …..”(Società della Terra Piatta) è arrivata a contare qualche migliaio di sostenitori nei primi anni novanta”…sono voti e al m5 tutto fa brodo, specialmente ora che precipita…

Commenta