Roma, 22 ago – Parla il presidente della Repubblica Sergio Mattarella che al termine delle consultazioni odierne esprime finalmente il suo “verdetto”. E rinvia a martedì prossimo, per nuove consultazioni, incitando i partiti coinvolti a trarre conclusioni in tempi brevi.

“Ho il dovere di richiedere decisioni sollecite”

“Sono possibili soltanto governi che ottengono la fiducia dal parlamento in base agli accordi tra gruppi parlamentari” esordisce Mattarella “in mancanza di questo bisogna andare a elezioni. Ma non è decisione da prendere alla leggera dopo appena un anno di legislatura” ammonisce. “Il ricorso agli elettori è necessario qualora il parlamento non sia in condizioni di esprimere una maggioranza” ricorda Mattarella. “Mi è stato comunicato da alcuni partiti che c’è una nuova intesa, e mi è stata inviata richiesta di avere maggior tempo per sviluppare tale intesa. La stessa richiesta mi è arrivata da altre forze politiche” comunica il presidente della Repubblica. “Ho il dovere, per le ragioni che ho esposto, di richiedere alle forze politiche coinvolte decisioni sollecite” dice fermamente Mattarella.

Le nuove consultazioni da martedì 27 agosto


E, infine, la conclusione: “Svolgerò nuove consultazioni che inizieranno martedì prossimo per poter trarre conclusioni e assumere le decisioni necessarie”. Un discorso breve e perentorio: Mattarella ha recepito da diverse forze politiche la volontà di trovare intese e di avere maggiore tempo per potersi organizzare, seppure non esplicitando quali siano le forze politiche hanno chiesto tempo e maggiori verifiche.

Ilaria Paoletti

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here