Roma, 14 ago – La decisione del Tar del Lazio di sospendere il divieto di ingresso nelle acque territoriali italiane per la nave Ong Open Arms non ha minimamente smosso il ministro dell’Interno Matteo Salvini dalle sue posizioni. Niente porti, né per la Open Arms né per la Ocean Viking, che ha fatto richiesta formale di un approdo sicuro all’Italia e a Malta. “Navighino verso la Spagna” ha detto alla Ong spagnola, mentre per la nave di Sos Mediterranee e Msf – che ha a bordo 356 persone di cui 103 minori, solo 11 dei quali accompagnati – il ministro ricorda che la Guardia Costiera libica ha indicato Tripoli come porto sicuro.

“Ditemi se non è un paese strano – ha dichiarato il vicepremier – quello dove una nave spagnola in acque maltesi si rivolge ad un avvocato di un tribunale amministrativo per chiedere di sbarcare in Italia. Io nelle prossime ore firmerò il mio no perché complice dei trafficanti umani non lo sarò mai”. E poi la stoccata a Pd e Cinquestelle: “C’è un disegno per tornare indietro e tornare ad aprire i porti italiani e trasformare l’italia nel campo profughi d’Europa”. L’appello del segretario Pd Nicola Zingaretti al premier Conte non smentisce di certo la visione di Salvini: “Faccia sbarcare i migranti ostaggio del ministro dimissionario Salvini. Esistono priorità che hanno precedenza su tutto, va rimessa al centro la persona umana e trovata una soluzione”.


Cristina Gauri

Commenti

commenti

4 Commenti

  1. Magari, se invece di far cadere un governo, dopo aver preso un insolazione, ci avesse pensato prima, non avrebbe consegnato il governo ai farabutti della sinistra. Cosa si aspetta? Che il Signor Mattarella fornisca l’avallo per un voto anticipato? Non scherziamo! Forse, in questa farsa, c’è qualche elemento non rivelato che potrebbe avvalorare questa scelta, oppure è solo l’ennesimo chiaccherone nostrano che se ne frega di tutto e tutti per perseguire i suoi scopi; il problema è che questa volta ha sbagliato i tempi e i calcoli. Inoltre, adesso c’è pure la concreta possibilità che, se dovesse durare questa legislatura, i delinquenti di sinistra potranno eleggere, per l’ennesima volta, il presidente della Repubblica.

    • Quindi staresti sostenendo che in tutti i casi analoghi il governo ha sempre fatto fronte unito per la chiusura dei porti, senza mai spaccarsi in mille polemiche e insulti interni, quasi sempre contro la linea di chiusura a queste sedicenti o(n)g ?

      • Sono consapevole che il governo si è sempre diviso circa l’immigrazione,(avendo tra le file dei 5 Stelle una forte componente di esponenti che provengono dalle fila della sinistra), però, quantomeno per convenienza, c’era la possibilità di far valere le proprie istanze, di giungere a un compromesso accettabile. Adesso, come si evince dall’atteggiamento dei ministri Tria e Toninelli, anche solo per ripicca e strizzando l’occhio al PD, non firmano neppure più i provvedimenti. Ribadisco, così si consegna la legislatura alla sinistra, che non vede l’ora di poter fare nuovamente affari con queste associazioni criminali, facendo prendere d’assalto, nuovamente, le nostre coste.

  2. …..”……Esistono priorità che hanno precedenza su tutto, va rimessa al centro la persona umana e trovata una soluzione…( e sopretutto la precedenza alle 35 euro a cranio e 100 per i minori ).…”.le coop pd e caritas ringraziano..sopratutto la merkel e macron ringraziano per il campo profughi Italia..

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here