Roma, 11 apr – Condannato per diffamazione nei confronti del circolo gay Omphalos. Questa la sentenza del giudice unico di Perugia che ha imposto al senatore della Lega Simone Pillon il pagamento di una sanzione di 1500 euro.

Quando Pillon, (promotore del Family Day e primo firmatario di un contestatissimo ddl sull’affido condiviso) non era ancora parlamentare, si era espresso in commenti al vetriolo sulle iniziative che l’organizzazione stava promuovendo nelle scuole bollandole come “distribuzione di materiale pedopornografico”. Ma non è finita qui. Il magistrato ha ordinato anche il risarcimento, da liquidarsi in sede civile, nei confronti del circolo gay stesso e di uno specifico attivista, pari ad una somma di 30mila euro. La pena è subordinata al pagamento di detta somma. “Difendere le famiglie dall’indottrinamento costa caro“, è stata la dichiarazione a caldo di Pillon, alla lettura della sentenza a cui il parlamentare ha assistito. “E’ un primo grado, non una sentenza definitiva. Ci sarà spazio per l’appello”.

Il discorso

L’atto diffamatorio riguarda un discorso di Pillon, ripreso in un video diventato virale e ancora visibile su Youtube: i fatti avvennero durante il Forum delle famiglie ad Ascoli, avvenuto un anno dopo l’iniziativa lgbt del circolo nel liceo Alessi. 150mila like e 2mila condivisioni, segno che comunque, più di un utente della piattaforma si è trovato concorde con le parole di Pillon.  “Vedendo quei video e sentendo alcuni passaggi”, ha affermato in Aula l’avvocato del circolo Omphalos, “si ha l’idea di alunni invitati tra le braccia ‘desiderose’ dei soci dell’associazione, dipinti come ‘depravati’ quando in realtà si dedicano ad attività di promozione sociale, sono volontari impegnati ad abbattere i muri dell’indifferenza. Il bullismo omofobico colpisce tanti ragazzi, ne porta molti altri al suicidio: la campagna per combattere i pregiudizi nasce proprio da questo”.

Cristina Gauri

Commenti

commenti

3 Commenti

  1. Questa follia finirà quando l’ odioso partito PDS precipiterà non al 18%… Ma allo 0,18%!!! Troppe “toghe rosse”! Tutta gente il cui motto guida e’: Se la realta’ non si uniforma all’ ideologia… Tanto peggio per la realta’!” Il PDS, come un osceno, agghiacciante ed enorme ragnaccio mai sazio di carne umana, ha tessuto in più di sessanta anni una tela vischiosa e mefitica che paralizza tutto il Paese! Siamo tutti in attesa di essere divorati, solo che attiriamo in una qualche maniera, anche solo per liberarci, l’ attenzione di tale inumana mostruosità!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here