Il Primato Nazionale mensile in edicola

Firenze, 21 nov – Quella di Simone Millozzi, ex sindaco Pd di Pontedera, sembrava la battaglia della vita: impedire a CasaPound di tenere aperta una sede nel comune da lui amministrato. “Obiettivo del sindaco Simone Millozzi (Pd), è arrivare alla chiusura o comunque a inibire le attività della sede provinciale di CasaPound”, così Il Tirreno titolava un articolo il 19 dicembre 2018. Purtroppo per l’ex primo cittadino dem, nonostante l’appoggio ricevuto dall’Anpi e da un coacervo informe di sigle antifasciste locali, il Tar ha bloccato definitivamente i suoi intenti liberticidi.



Dopo la sospensiva dello scorso febbraio, questa settimana è arrivata sentenza del tribunale amministrativo regionale che ha accolto la richiesta avanzata dall’associazione Il Dirigibile, sede di CasaPound Pisa e provincia, di sospendere il divieto del Suap: la sede resta dunque aperta. “Si conclude una battaglia che ci ha visti pienamente vittoriosi, contro un provvedimento di divieto di uso della sede di via Manzoni totalmente illegittimo e strumentale”, si legge in una nota dell’associazione Il Dirigibile che adesso si toglie più di un sassolino dalle scarpe.

Black Brain

“E’ bene ricordare che la stessa morbosa attenzione seguita da provvedimenti limitativi non è stata riservata a due sedi politiche a pochi metri da noi che presentavano le medesime caratteristiche della nostra: a dimostrazione della volontà prevaricatrice portata avanti piegando e usando ruoli di rappresentanza pubblica per le proprie ultime, disperate battaglie pseudo politiche”, scrive Il Dirigibile.  “Merita infine – chiosa l’associazione – che i cittadini sappiano che qualche migliaio di soldi pubblici, i loro soldi, sono stati sperperati dal Comune di Pontedera e dall’Unione Valdera per finanziare le crociate ideologiche del, fortunatamente, ormai ex Sindaco Millozzi”.

Alessandro Della Guglia

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

4 Commenti

Commenta