Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 1 ago – La votazione con la quale – grazie al decisivo intervento di Forza Italia, che si è di fatto schierata con il (fu?) eterno nemico della sinistra – la Commissione di Vigilanza sulla Rai ha bocciato la nomina di Marcello Foa quale presidente della televisione di Stato (servivano almeno 27 voti a favore, ne sono arrivati solo 22) sembra solo l’inizio di un lungo tira e molla sulle sorti del servizio pubblico.
Non è bastata la telefonata con la quale, ieri sera, Matteo Salvini ha cercato di convincere l’ex alleato Silvio Berlusconi. Forza Italia, trincerandosi dietro a questioni (molto formali e poco sostanziali, in realtà) di “metodo” più che di merito, ha confermato il suo no a Foa, facendo così saltare una nomina peraltro già ratificata dal consiglio di amministrazione dell’azienda.
Il leader della Lega, svanito il tentativo di forzare la mano, cerca allora di superare il muro contro muro e riprova la strada del dialogo. Dopo aver espresso, non più tardi di ieri sera, “sconcerto e stupore” per una parte di Forza Italia che “intende schierarsi con il Pd”, a poche ore dal voto è giunto il momento dei toni più concilianti. L’occasione è una visita al fondatore di Forza Italia nella clinica romana in cui è ricoverato: “Una visita dovuta alla stima e all’affetto e non a ragionamenti politici che di certo non si fanno in ospedale”, sottolinea Salvini, il quale tenta di far leva sull’alleanza che lega i due partiti in numerose amministrazioni locali per superare l’empasse.
“Foa è una persona apprezzata e stimata in Italia e nel mondo, una persona libera. Se c’è un problema di metodo lo supereremo, a me interessa il merito. Nessuno ha paura di una persona libera, tranne il Pd”, ha spiegato. “Ci sta – ha continuato Salvini – che su un nome al di sopra di ogni sospetto come quello di Marcello Foa, sbraitino e urlino come aquile quelli della sinistra che ormai, poveretti, hanno perso ogni credibilità, ma conto che trattandosi di una persona libera che ha lavorato nell’ambito dell’informazione del centrodestra in Italia, abbia il sostegno di tutto il centrodestra“.
Nicola Mattei





La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. Tieni botta, Matteo….vediamo di toglierci finalmente di torno lo psiconano ed io non sarò certo l’unico ex attivista 5* che ti voterà.
    NON MOLLARE!!!!!

Commenta