Roma, 15 mag – I temi cari al sovranismo non trovano, in genere, molte sponde nel mondo dello spettacolo. Pieno com’è di tendenze radical chic, lo star system preferisce al contrario gongolare spesso e volentieri di diritti e minoranze, al traino di piccole ma agguerrite lobby che riescono in qualche modo a dettarne sempre l’agenda.

Una lodevole eccezione ci giunge però da Riccardo Scamarcio. Il celebre attore, intervistato da Massimo Gramellini nel corso del programma Parole in onda su Rai Tre, così si esprime: “C’è una parte sempre più larga del Paese che è consapevole che le politche degli ultimi vent’anni, cioè i tagli alla spesa pubblica, l’austerità i diktat europei, hanno prodotto distruzione sociale”. Poi l’affondo: “Abbiamo capito che cedendo pezzi di sovranità dello Stato italiano in un luogo che è la Commissione Europea, che di fatto legifera, che però non è direttamente votata da nessuno, siamo in un sistema antidemocratico: dobbiamo cambiare le regole e per farlo dobbiamo prima riappropriarci della nostra sovranità”.

Commenti

commenti

3 Commenti

  1. le tendenze radical chic eterodirette e trasmesse mediaticamente, da anni, ovunque nel mondo proprio perchè lo star system è, da sempre, in mano ad Holliwood (holliwood in mano a…)
    quindi…
    bravo invece Scamarcio a riflettere motu proprio
    e, con il semplice uso del buon senso arrivare a conclusioni condivisibilissime.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here