Roma, 11 lug – Il presidente della Camera Roberto Fico ha fissato per domani 12 luglio l’approvazione della sua delibera per il taglio dei vitalizi degli ex parlamentari. Ma la norma, cavallo di battaglia elettorale del M5S, non è detto che passerà. Non così com’è, in ogni caso. Sì, perché al di là delle rassicurazioni date dai due vicepremier e alleati di governo Luigi Di Maio (capo politico del M5S) e Matteo Salvini (leader della Lega) la partita sarebbe ancora aperta. Secondo quanto riporta Il Fatto Quotidiano, i deputati della Lega in Ufficio di presidenza non digeriscono l’iniziativa personale del pentastellato Fico e anzi avvertono: “La norma così non la votiamo“. “Anche noi vogliamo tagliare i vitalizi, ma vogliamo che sia una misura inattaccabile, non una che venga smontata dai ricorsi“, spiega il capogruppo leghista alla Camera Riccardo Molinari. Il riferimento è chiaro: gli ex parlamentari che hanno minacciato di fare una class action contro l’Ufficio di presidenza della Camera a causa dei dubbi di costituzionalità del testo.

La norma firmata da Fico prevede il ricalcolo degli assegni agli ex parlamentari secondo il metodo contributivo, attraverso un sistema elaborato insieme al presidente dell’Inps, Tito Boeri. Ma per i deputati leghisti se “le cose non cambiano nelle prossime 24 ore potremmo non entrare a votare”. O addirittura potrebbero appoggiare l’emendamento firmato da Fratelli d’Italia e Forza Italia, che rivede al ribasso il ricalcolo.

Al Senato poi la situazione è ancora più complicata. Il presidente di Palazzo Madama, Maria Elisabetta Alberti Casellati, attende il verdetto del Consiglio di Stato. La forzista ha espresso dubbi di costituzionalità sul testo e non ha alcuna intenzione di stare ai tempi e alle condizioni che cerca di imporre Fico alla Camera.

Insomma, anche sul fronte vitalizi, battaglia-simbolo dei pentastellati, in una sorta di contrappasso rispetto al fronte immigrazione, questione cardine del programma leghista, il governo rischia di spaccarsi. Domani vedremo come si comporteranno i deputati leghisti, già in fase di discussione degli emendamenti alla delibera Fico.

Adolfo Spezzaferro

Commenti

commenti

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here