Roma, 19 lug  –  Danilo Toninelli, ministro delle Infrastrutture, entra anche lui nella polemica tra le voci del governo e fa la voce grossa per rispondere a Matteo Salvini.

“Danni causati da altri”

“Dicono che blocchiamo le opere per Genova e, così facendo, prendono le difese di chi le ha inferto un colpo durissimo” sostiene Toninelli, accusando “altri” di aver causato “danni incalcolabili”.  “Noi andiamo a Genova con la faccia pulita di chi, con onestà pensa al bene della città” dice ancora Toninelli “altri hanno una faccia un po’ così”

“Gronda ritardata per procedure amministrative”


Inutile ricordare che l’argomento che tiene banco è il nuovo blocco all’opera della Gronda. Ma secondo Toninelli, è tutta colpa dell”l’evitabile tragedia del 14 agosto scorso” che “ha generato una doverosa procedura amministrativa sulla concessione”. “L’opera è una parte importante del Piano economico finanziario del concessionario nei confronti del quale è in corso la procedura” illustra ancora Toninelli “Una infrastruttura, peraltro, sottoposta a una revisione che potrà contribuire a renderla più efficiente rispetto al progetto da noi ereditato. A chi dice che blocchiamo le opere per Genova rispondiamo con i numeri”. Con queste dichiarazioni Toninelli risponde a quelle di Salvini: “Ieri Toninelli (con centinaia di cantieri fermi) che blocca la Gronda di Genova, che toglierebbe migliaia di auto e di tir dalle strade genovesi” aveva dichiarato il ministro dell’Interno “oggi il ministro Trenta che propone di mettere in mare altre navi della Marina, rischiando di attrarre nuove partenze e affari per gli scafisti”.

Ilaria Paoletti

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here