Genova, 17 ago – A Genova i morti accertati sono 38, ma potrebbero essere molti di più. Di fronte a una tragedia così immane, c’è chi si ostina a difendere i responsabili della tragedia, cioè la famiglia Benetton, il cui nome in questi giorni sembra essere un tabù sulle prime pagine dei quotidiani. È il fotografo Oliviero Toscani, per anni a libro paga dei Benetton come curatore della loro immagine.

In un’intervista al Corriere della Sera Toscani dice che su quel ponte avrebbe dovuto esserci anche lui, ma un contrattempo ha ritardato il suo passaggio: “Martedì mattina stavo andando in Francia in moto con mio figlio e per fortuna, mentre stavo partendo mi ha chiamato un tecnico che doveva raggiungermi a casa. Ho dovuto aspettarlo. Grazie a quel ritardo sono partito un’ora e mezza dopo, se no sarei stato su quel ponte. Poi mi hanno chiamato quando ero a Ferrara: ‘Oliviero guarda che è crollato tutto. Ed era la strada che dovevo fare’”.

Fin qui, niente di strano. La cosa scandalosa arriva quando il fotografo che con le sue foto ha reso celebre i Benetton nel mondo, non si risparmia nell’offendere il popolo italiano definendolo “frustrato e infelice, incattivito”, che “deve andare dallo psicanalista”. Si dice fortunato di essere in Francia in questi giorni, non solo perché è in salvo ma perché non può leggere i giornali che sparano a zero sui Benetton. Secondo Toscani, prendersela con i Benetton è sbagliato perché “loro sono delle persone serissime” e lo ribadisce più volte: “Sì, sono sempre stati seri, hanno sempre fatto le cose al massimo.. e lo dico io che ci ho lavorato insieme”.

Ma non è tutto: Toscani, ammettendo la sua ignoranza in materia, si ostina a difendere i Benetton e Autostrade riportando come una velina di regime la verità ufficiale secondo cui il Ponte Morandi “era tenuto a un livello altissimo di qualità” ed “era seguito con dei parametri molto più ampi della media europea”. Però è crollato.

Anna Pedri

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam.
Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

13 Commenti

  1. Che bel personaggio emerito……….noi italiani abbiamo bisogno dello psicanalista??? Lui invece ha bisogno di un bagno di umiltà…….. è talmente autoreferenziale che il solo commentare le sue parole provoca disgusto.

  2. Autostrade è uno di quei tanti beni pubblici svenduti dai boiardi di stato e comperati dalla famiglia dei magliari con soldi prestati dalle banche visto che abbiamo in Italia solo capitalisti senza capitali.E dopo aver preso questa bella rendita da centinaia di milioni l’anno si permettono tramite il loro fotografo di offendere pure gli italiani!.E questo avviene dopo che non hanno speso quanto necessario per l’ammodernamento della rete speculandoci sopra, che nel caso del ponte crollato era impellente dato che l’unico altro Ponte Morandi, in Libia, era già stato chiuso al traffico!!E in questi anni gli italiani hanno dovuto ridurre i loro viaggi anche per l’elevatissimo costo della autostrada, equivalente a piu’ della metà del costo della benzibna necessaria al viaggio.E ora offendono; ma la galera per certi soggetti non arriva mai??

  3. l’opinione di un lurido sinistroide, blasfemo e satanista servo dell’ennesima “famiglia” che ha saccheggiato tutto il possibile, vi rammento inoltre che l’eccessivo traffico su gomma fu voluto e preteso dagli agnelli, con l’iveco ‘dovevano” vendere i loro maledetti camion

    • Verissimo che non fu sviluppato il piu’ economico e ecologico trasporto delle merci su rotaie.C’erano anche di mezzo gli enormi interessi delle compagnie petrolifere, oltre agli Agnelli

  4. lasciamo perdere questo Toscano o come diavolo si dovrebbe chiamare;

    quello che più impressiona in questa brutta storia è che la SINISTRA sia in prima linea a difendere quelli che una volta chiamava “PADRONI” anche quando – come in questo caso – la logica del puro profitto (NB di Stato,la rete autostradale l’hanno pagata gli Italiani con le loro tasse,non certo i Benetton) ha prevalso persino sulla pubblica incolumità e sicurezza,roba che nemmeno nella Inghilterra industriale raccontata dal Dickens sarebbe stata concepibile;

    a dir la verità lo stesso Dickens soppravvisse ad un incidente ferroviario causato da un PONTE…ma si parlava del 1865 e non del 2018…

  5. No caro Toscani lei e’ in errore, gli Italiani onesti sono stanchi ma non frustrati o da manicomio come pensa lei. Sono stanchi dei politici, politici corrotti e di chi li ha sempre sostenuti.Si ricordi che chi e’ corrotto ha sempre qualcuno che per interessi li corrompe.
    Allora chi e’ da manicomio? Queste NON sono opinioni sono i fatti.
    Provi a dimostrare il contrario!

  6. Di solito attribuiamo agli altri le qualità negative che riguardano noi stessi, proprio perché le sentiamo in modo particolare: Toscani che etichetta come frustrati e incattiviti gli italiani (addirittura gli italiani in generale) è un esempio di questa proiezione disperata.

  7. Frustrati no, è neanche incattiviti… il termine corretto è piuttosto inferociti a vedere “lor signori” (sì, proprio come quelli di Fortebraccio sull’Unitá) che fanno i “lor affari” grazie a una classe politica connivenze quando non peggio; e inferociti a sentire i loro barboncini, autoproclamatisi “da guardia”, che pretenderebbero di emettere terribili latrati in difesa dei loro padroni e riescono soltanto a guaire con penosa superbia.

  8. Se la maggioranza del popolo si è svgliato non ha bisogno dell psicanalista….probabilmente ne ha bisogno la rimanente parte che ancora dorme.

  9. Toscani, quello di “veneti ubriaconi”, un povero uomo oramai sulla via del declino che cerca luce con queste affermazioni ricordandosi di chi lo pagava, dimenticando però che egli stesso è bisognoso di un rapido e inevitabile incontro con lo psicanalista mentre moltissimi italiani possono farne indubbiamente a meno, come possono anche fare a meno di gente non utile come egli dimostra essere: si troverebbe senz’altro in buona compagnia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here