Roma, 27 mag – Non moriremo tutti democristiani, ma i democristiani ci sono sempre e continuano a vincere pure le elezioni. Certo, non parliamo dei fasti di un tempo, non esistono più partiti scudocrociati che sfondano in Parlamento, il comunismo non è più uno spauracchio da agitare e insomma, la vecchia Dc non esiste davvero più. Ovviamente di politici ex Dc riciclati altrove che non mollano la presa ve ne sono molti, però la luna calante è ormai un dato di fatto.

Eppure vi sono comuni dove la balena bianca dice ancora la sua e non soltanto elegge primi cittadini, ma li rielegge per la seconda volta nonostante l’età avanzata. E’ il caso dell’inaffondabile Ciriaco De Mita, che a 91 anni è è stato rieletto sindaco di Nusco, piccolo comune in provincia di Avellino dove il politico di lunghissimo corso nacque nel lontano 1928. “C’è un gruppo che mi avversa, simpatici ragazzi, ma senza idee”, aveva dichiarato in un’intervista a Repubblica. “Accetto la sfida. Sono andato a firmare in Comune e torno con la mia lista di Popolari”. L’ex Presidente del Consiglio, tra l’aprile del 1988 e il luglio del 1989, nonché più volte ministro, alla fine ce l’ha fatta di nuovo e ha sconfitto l’avversario Francesco Biancaniello che guidava la lista “Ricominciamo da Nusco”.


Insomma De Mita è stato nominato primo ministro quando ancora c’era il muro di Berlino e oggi viene eletto per la seconda volta sindaco del suo paese. Una carriera politica infinita, eletto deputato addirittura nel 1963, segretario nazionale e poi presidente della Democrazia Cristiana, poi premier, poi di nuovo deputato dal 1996 al 2008. E ancora, eurodeputato dal 1999 al 2004, contemporaneamente deputato ed parlamentare europeo, poi di nuovo eurodeputato dal 2009 al 2014, anno in cui diventa per la prima volta sindaco di Nusco. Intramontabile.

Eugenio Palazzini

Commenti

commenti

3 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here