Bruxelles, 17 lug – La Commissione europea ha aperto un’inchiesta formale antitrust per verificare se l’utilizzo, da parte di Amazon, di dati sensibili provenienti dai dettaglianti indipendenti che vendono i loro prodotti attraverso la piattaforma del gigante dell’e-commerce viola le regole sulla concorrenza. Infatti, fornendo un marketplace ai venditori indipendenti, Amazon raccoglie continuamente informazioni sulle attività svolte sulla sua “piazza”. Il colosso Usa in effetti si trova in un duplice ruolo, da un lato ospita esercenti indipendenti sulla propria piattaforma e dall’altro è un retailer che vende suoi prodotti. E dunque in concorrenza con gli stessi rivenditori. L’azienda di Jeff Bexos ha fatto sapere che collaborerà con l’authority Ue guidata dal commissario uscente Margrethe Vestager.

“Indagine preliminare rivela che Amazon usa dati su concorrenza”

“I consumatori europei acquistano sempre più online e per questo dobbiamo fare in modo che le grandi piattaforme online non eliminino i benefici conseguenti impegnandosi in comportamenti anticoncorrenziali: per questo motivo ho deciso di verificare le pratiche commerciali di Amazon e il suo duplice ruolo di ‘marketplace’ e rivenditore per vedere se l’azienda rispetta le regole di concorrenza”, ha spiegato Vestager. Bruxelles spiega che “l’indagine preliminare della Commissione rivela che Amazon utilizza informazioni sensibili sulla concorrenza sui venditori del mercato, i loro prodotti e le loro transazioni sul mercato”.

Nel mirino dell’authority Ue gli accordi con i fornitori


Nel corso dell’indagine approfondita, la Commissione esaminerà gli accordi standard tra Amazon e i fornitori del “marketplace” che consentono al rivenditore Amazon di analizzare e utilizzare dati di fornitori di terze parti. In particolare, la Commissione vuole chiarire se e in che modo l’utilizzo dei dati raccolti dai venditori del mercato incida sulla concorrenza. Poi Bruxelles studierà il ruolo dei dati nella selezione dei vincitori del “Buy Box” e l’impatto sulla selezione del potenziale uso di Amazon di informazioni sensibili dal punto di vista concorrenziale. Il “Buy Box” è visibile sul sito di Amazon e consente ai clienti di aggiungere direttamente prodotti di un rivenditore al loro carrello: “Vincere la Buy Box sembra essenziale per i venditori del marketplace perché la maggior parte delle transazioni passa attraverso questa funzione”. Se dimostrato, precisa l’authority, “le pratiche in questione possono violare le regole di concorrenza in materia di accordi anticoncorrenziali tra imprese e/o abuso di posizione dominante”.

Ludovica Colli

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here