San Paolo, 13 mar – Strage in una scuola vicino a San Paolo, in Brasile: i morti sarebbero 10. Tra questi vi sarebbero almeno sei alunni, di cui quattro deceduti sul posto e due in ospedale. Le altre vittime sono una dirigente scolastica, un impiegato della scuola e i due attentatori. E’ questo il drammatico bilancio dell’attacco di stamani all’istituto statale Raul Brasil, a Suzano, città situata a circa 40 chilometri ad ovest di San Paolo, secondo quanto riferito dalla polizia brasiliana e dalla radio Band News.

I media locali riferiscono che poco prima dell’attacco alla scuola un’altra sparatoria sarebbe avvenuta in un concessionario di auto a pochi metri di distanza, dove un uomo sarebbe rimasto ferito: potrebbe trattarsi dello zio dei due killer. Le forze dell’ordine di San Paolo stanno ora cercando di verificare se esiste una relazione tra i due episodi e se i due giovani assalitori erano ex studenti dell’istituto.

I due autori della strage, stando sempre a quanto riferito dalla polizia, hanno tra i 20 e 25 anni e si sarebbero tolti la vita dopo aver aperto il fuoco. Gli assalitori portavano 4 caricatori di plastica, una pistola calibro 38, una balestra con delle frecce, una scatola forse contenente dell’esplosivo e alcune bottiglie molotov. Secondo i dati aggiornati al 2017, la scuola Raul Brasil, ha circa 1000 studenti e all’interno dell’istituto lavorano oltre 100 persone tra docenti e funzionari. Dentro la struttura scolastica sarebbero all’opera anche gli artificieri, in seguito al ritrovamento di una valigetta sospetta.

Eugenio Palazzini

Commenti

commenti

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here