Il governo del Kenya ha confermato che tra le 157 vittime dell’aereo della Ethiopian Airlines schiantatosi stamani mentre era diretto a Nairobi, vi sarebbero 8 italiani. Lo schianto del Boeing 737, partito da Addis Abeba, è avvenuto sei minuti dopo il decollo vicino alla località di Bishoftud, a circa 50 chilometri a sud della capitale etiope.

Il pilota del volo, secondo quanto riferito da Sky News, aveva comunicato difficoltà e chiesto il permesso di tornare indietro subito dopo il decollo. Stando al primo tragico bilancio, tra le vittime vi sarebbero 32 cittadini kenioti, 9 etiopi, 18 canadesi, 8 provenienti da Cina, Usa e Italia, 7 da Francia e Gran Bretagna, 6 egiziani, 5 olandesi e 4 provenienti da India e Slovacchia.


Il Boeing 737-8 MAX, era un velivolo nuovo, consegnato alla compagnia aerea etiope a metà novembre, secondo quanto emerso dal database dell’aviazione civile Planespotters. Non è ancora chiara la causa del drammatico incidente. L’Ethiopian Airlines gode di una buona reputazione in termini di sicurezza ed è considerata una delle migliori in Africa. Nel 2010 però, un altro aereo della compagnia etiope precipitò nel Mar Mediterraneo dopo essere decollato da Beirut, in Libano. Un incidente che provocò la morte di 90 persone.

Eugenio Palazzini

 

 

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here