Roma, 18 ago – Edda Negri Mussolini è pronta a fare ricorso contro Facebook, che nei giorni scorsi le ha bloccato il profilo per il suo post “29 luglio buon compleanno nonno”. A dare l’annuncio l’ex sindaco di Gemmano, in provincia di Rimini, su un nuovo profilo pubblico del social. “Il 29 luglio – spiega la nipote del Duce – ho scritto sul mio profilo Facebook ‘buon compleanno nonno’. Non ho scritto altro, non ho inneggiato al fascismo. Il post è stato bloccato per 24 ore, poi il profilo è stato disabilitato. Su quel profilo avevo più di 7.000 persone che mi seguivano, diverse persone mi hanno espresso solidarietà e sono state bloccate. Quindi – argomenta – questa non è una battaglia solo mia. Non è stata data nessuna motivazione alla cancellazione, non so perché il profilo sia stato chiuso. Per aver fatto gli auguri a mio nonno? Vorrei sapere almeno la motivazione”.

Ecco perché la figlia di Anna Maria Mussolini, quintogenita di Rachele Guidi e Benito Mussolini, si è rivolta al suo legale, Francesco Minutillo, che ha inviato una Pec – una mail certificata che ha valore di raccomandata con avviso di ricevimento – agli amministratori di Facebook Italia. Nella mail si chiede di “attivare immediatamente, in esito alla mera ricezione della presente, l’account personale denominato Edda Negri Mussolini nonché la pagina connessa denominata Edda Negri Mussolini. In mancanza e comunque decorsi 15 giorni dalla ricezione della presente da parte di Facebook Italy S.r.l. la mia assistita adirà formalmente l’autorità giudiziaria competente per istanziare la tutela dei propri diritti“.

“Non è solo una mia battaglia ma per tutti noi”


“Non è stata data nessuna motivazione alla cancellazione. Vediamo ora cosa accadrà. Hanno 15 giorni di tempo. Non possono permettersi di non dare un contraddittorio. Non è solo una mia battaglia ma è una battaglia per tutti noi!“, scrive la nipote di Mussolini sul social. “Ringrazio Edda Negri Mussolini per la fiducia. Il suo coraggio e determinazione nel volersi opporre alla censura arbitraria ed illegittima di Facebook saranno fondamentali per questa battaglia di libertà e legalità che riguarda tantissime persone vittime in questi anni di veri e propri soprusi politici da parte del colosso americano”, scrive a sua volta l’avvocato Minutillo, sempre sul social.

Ludovica Colli

Commenti

commenti

2 Commenti

  1. è veramente assurdo quello che si sta creando, se vuoi partecipare devi aderire alla collettività FB e per conseguenza sarai schedato e controllato, se rifiuti la sottomisione ed esci dal mondo FB ben presto sarai isolato e dimenticato. (((stanno riuscendo))) il loro intendo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here