Roma, 27 ago – “Dico a Pd e M5S che da giorni si stanno trascinando nella contrattazione di ministeri e poltrone: fate in fretta, state perdendo giorni su giorni e non trovate l’accordo su ministeri, non sui progetti, ma sulle poltrone. Sembra di tornare ai tempi della Prima Repubblica, ai tempi di De Mita e Fanfani”. Così in diretta su Facebook il leader della Lega Matteo Salvini stigmatizza l'”inciucione” di 5 Stelle e dem. “Conte – fa presente il ministro dell’Interno – è la riedizione del governo Monti, preparava la manovra su suggerimento dei suoi amici Merkel e Macron“.

Il leader della Lega rilancia sul taglio dei parlamentari

“Per settimane – aggiunge il leader della Lega – i 5 Stelle ci hanno sfidato a votare il taglio dei parlamentari, ci sono anche per farlo domani. Ci sono, va bene, si può fare: è un segnale di serietà e di rispetto del contratto di governo e di altra promessa mantenuta. Bisogna preparare una manovra economica importante che tagli le tasse”. Infine il vicepremier si rivolve all’ex alleato di governo: “Leggo che Di Maio vuole fare il ministro dell’Interno. Vai, io sono pronto a darti consigli per un mestiere difficile ma entusiasmante: affidarmi questo ministero è la cosa più bella che Dio e gli italiani potessero farmi”, conclude Salvini.


Adolfo Spezzaferro

Commenti

commenti

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here