Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 13 lug – Il procuratore generale della Cassazione Riccardo Fuzio anticipa la sua uscita dalla magistratura: doveva restare sino al 20 novembre, lascerà tra una settimana, il 21 luglio. Lo fa con “rammarico”, dopo aver constatato che “non sussistono le condizioni interne per garantire la piena funzionalità della Procura generale” della Cassazione. La decisione è stata comunicata due giorni fa al Consiglio superiore della magistratura, al ministero della Giustizia e ai colleghi della Procura generale.

Fuzio è indagato per rivelazione di segreto d’ufficio

Fuzio è indagato a Perugia nell’ambito dello scandalo per il mercato delle toghe per rivelazione di segreto d’ufficio, dopo la conversazione intercettata dal trojan inserito nel cellulare del pm Luca Palamara, indagato per corruzione (e sospeso dal Csm). Il magistrato aveva comunicato la sua intenzione di andare in pensione con un anno di anticipo, il 20 novembre, ma ora ha deciso di anticipare ulteriormente il suo collocamento a riposo.

Ludovica Colli

Commenta