Il Primato Nazionale mensile in edicola

Agrigento, 24 giu – Come purtroppo era prevedibile, sono 28 i clandestini positivi al coronavirus che erano a bordo della nave Ong Sea Watch e che sono stati imbarcati sulla nave da quarantena Moby Zazà che è in rada a Porto Empedocle (in provincia di Agrigento). I tamponi rinofaringei sui 209 immigrati irregolari a bordo della Moby Zazà erano stati effettuati nella mattinata di ieri, dopo che un immigrato che presentava sintomi di tubercolosi invece è risultato positivo al virus. Ora è ufficiale che a causa della decisione del governo Conte di spalancare i porti alle Ong l’Italia è esposta al rischio di nuove epidemie di coronavirus importate dal continente africano.

Musumeci: “Altro che razzista, oggi i fatti mi danno ragione”

Il governatore siciliano Nello Musumeci su Facebook rivendica la sua azione di contenimento sulla Moby Zazà di possibili focolai scatenati dagli sbarchi dei clandestini. Gli immigrati positivi “sono sulla nave in rada a Porto Empedocle, soluzione che con caparbietà abbiamo preteso il 12 aprile scorso dal governo centrale per evitare che si sviluppassero focolai sul territorio dell’isola, senza poterli circoscrivere e controllare. Oggi si capisce meglio quella nostra richiesta”, fa presente Musumeci. Poi il governatore replica agli immigrazionisti filo Ong: “Chi ha vaneggiato accusandoci quasi di razzismo, oggi si renderà conto che avevamo ragione. Nelle prossime ore – annuncia – andranno adottati provvedimenti sanitari importanti al principio della precauzione. Voglio sperare che a nessuno venga in mente di non coinvolgere la Regione nelle scelte che dovranno essere assunte”, è l’avvertimento al governo giallofucsia.

Salvini contro Conte: “Ong portano in Italia immigrati positivi al coronavirus”

La notizia del focolaio a bordo della nave quarantena scatena la rabbia di Matteo Salvini: “Sicilia campo profughi d’Europa, complimenti Conte“, scrive il leader della Lega su Facebook. Mentre il governo “si appresta a smantellare i Decreti sicurezza e spalanca i porti, le Ong portano in Italia immigrati positivi al coronavirus, come quello sbarcato dalla tedesca Sea Watch e ora ricoverato in Malattie infettive, con altri casi sospetti. Questo governo mette in pericolo l’Italia e gli italiani”, è l’attacco di Salvini.

Gli fa eco il deputato Paolo Grimoldi, componente della commissione Esteri e presidente della delegazione italiana all’Osce: “Il nostro è davvero un governo di scienziati, di geni. Abbiamo tenuto i cittadini italiani in lockdown per due mesi per arginare il virus, devastando la nostra economia, perdendo il 17% di Pil e un’infinità di posti di lavoro, abbiamo messo l’Italia in ginocchio per spegnere i focolai e adesso questo governo di improvvisati cosa fa? Apre i porti alle navi straniere che trasportano clandestini che ci portano il virus che sta esplodendo in Africa. Roba che nemmeno il più incallito Tafazzi avrebbe fatto…”, chiosa Grimoldi.

Varchi (FdI): “Sbarchi non si contano più, forti rischi per la salute pubblica”

“Le folli politiche del governo nazionale in materia di gestione dei flussi migratori espongono i siciliani a forti rischi per la salute pubblica. Ormai non si contano più gli sbarchi autonomi con decine di barconi che raggiungono indisturbati le coste siciliane“, punta il dito contro i giallofucsia la deputata di Fratelli d’Italia Carolina Varchi. “Ho interrogato i ministri Lamorgese e Speranza sperando che si sveglino dal torpore nel quale sono caduti ed evitino che la Sicilia ripiombi nell’incubo Covid dal quale stiamo uscendo – annuncia -. I ricollocamenti sono un miraggio ed è necessario che spieghino agli italiani come intendono gestire tutti questi migranti”.

Bernini (FI): “Rischiamo estate senza turisti ma piena di migranti”

“Il viceministro Cancelleri pensava che la Moby Zazà trasportasse turisti ad Agrigento, e invece era una nave-quarantena per i migranti. Oggi sappiamo che in ventotto sono positivi al Covid, e questo purtroppo conferma la preoccupazione che abbiamo espresso fin dall’inizio dell’epidemia, ossia che l’Italia non può permettersi di aprire di nuovo le porte a tutti nel momento in cui l’emergenza sanitaria non è ancora finita e la crisi economica si sta trasformando in una drammatica crisi sociale. Con i ricollocamenti in Europa bloccati, c’è il rischio di un’estate senza turisti ma piena di migranti. Con il paradosso che fino al 31 luglio l’Italia, per decreto del governo, non è considerata un porto sicuro proprio a causa della crisi sanitaria. Questa e’ una maggioranza irresponsabile“, va all’attacco la presidente dei senatori di Forza Italia Anna Maria Bernini.

Adolfo Spezzaferro

3 Commenti

  1. Sono i nuovi turisti.
    Attenti al colore degli occhi.
    Quelli di colore celeste non vengono dall’Africa.

  2. Ovviamente in un paese normale questa sarebbe una dichiarazioni di guerra da parte del governo tedesco.
    Se avessimo una classe politica con le PALLE,in barba ad accordi capestro che vogliono scaricarli sui ns territori,bisognerebbe riempire dei voli di Stato e mandare tutti questi clandestini a Berlino.

Commenta