Roma, 26 ago – Mentre l’“inciucione” M5S-Pd sembrerebbe essersi arenato sul nome del premier – i 5 Stelle dicono Conte bis o niente e i dem a loro volta chiedono discontinuità – il leader della Lega Matteo Salvini ricorda a tutti che sta al Viminale a fare il suo dovere e lancia l’allarme sull’ennesimo attacco subìto dalla sinistra. “Un consigliere comunale del Pd emiliano mi definisce pubblicamente un ‘pazzo pericoloso’ ed evoca l’utilizzo del cappio per fermarmi. Visto che da un anno (lo sto facendo anche stamattina in ufficio) combatto contro Casamonica, scafisti e spacciatori, non sono certo insulti e minacce a farmi paura. Ovviamente, mai col Pd“. Cosi’ su Facebook il ministro dell’Interno, che ha postato anche una sua foto in ufficio.

Renzi: “Se manda a casa Salvini, Italia torna protagonista”

Con toni decisamente meno lugubri del consigliere emiliano, l’ex segretario Pd Matteo Renzi ribadisce il conc etto in casa Nazareno: bloccare la strada a Salvini. “L’Europa deve cambiare linea economica adesso. In Germania arriva la recessione: l’export non basta.
Brexit sarà un disastro per tutti. Lo scontro ci vede alla finestra. Ora è tempo di investimenti, non di austerity. Se manda a casa Salvini, Italia torna protagonista“. Lo scrive su Twitter il senatore toscano.

Commenti


commenti

2 Commenti

  1. per “investimenti” tal Renzi del PD,intende anche i famosi “80 euro” che se non erro sono costati 9 miliardi di euro in debito pubblico,portato nei 5 anni dei PD al governo a + 200 miliardi di euro ?

  2. Un incapace nullafacente da consigli per la ripresa e lo sviluppo del paese.. ma non doveva lasciare la politica dopo le batoste del referendum e delle europee???? Sarebbe meglio che tornasse a fare lo scout e nn il politico

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here