Washington, 18 gen – La delegazione Usa non parteciperà al Forum economico mondiale di Davos.
Il viaggio è stato cancellato per tutti i membri del governo statunitense, che in Svizzera doveva essere rappresentato dal ministro degli Esteri Mike Pompeo e da quello del Tesoro Steven Mnuchin.

La ragione del forfait è lo shutdown (il blocco delle attività amministrative federali per la mancata approvazione della legge di Bilancio), fa sapere la Casa Bianca.

Il presidente Donald Trump aveva già dato forfait una settimana fa proprio a causa dello shutdown nell’ambito del braccio di ferro con i Democratici per ottenere i 5,7 miliardi di dollari che gli servono per costruire il muro al confine col Messico per “arginare l’emergenza umanitaria”.

Proprio ieri Trump ha presentato la nuova strategia di difesa antimissile degli Stati Uniti al Pentagono, poi ha inaspettatamente cancellato “causa shutdown” la disponibilità dell’aereo militare che avrebbe dovuto portare la speaker della Camera, la democratica Nancy Pelosi in Afghanistan, facendo saltare anche le tappe previste di Belgio ed Egitto. Le ha inviato una lettera ad un’ora dalla prevista partenza.

In merito a Davos, Trump, che ha definito la visita della Pelosi “di pubbliche relazioni”, le ha detto: “Chiaramente se vuoi fare il tuo viaggio a bordo di un volo commerciale, questa resta una tua prerogativa“.

Secondo il capo della commissione Intelligence della Camera, il democratico Adam Schiff, è la prima volta nella storia che un presidente nega allo speaker della Camera un volo di Stato per una visita in una zona di guerra.

La first lady Melania è invece volata in Florida a bordo dell’Air Force One per trascorrere un lungo weekend di vacanza visto che lunedì sarà festa per il Martin Luther King Day.

Ludovica Colli

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here